Ultim'ora
Un commento

Icos, impresa a Conegliano
prima vittoria lontano
dal PalaBertoni

Si può quasi definire “un’impresa” quella della Icos: per la squadra di coach Leo Barbieri arriva la prima vittoria stagionale lontano dal PalaBertoni, conquistata con una formazione priva delle due bande titolari (Lehtonen e Okaka out per infortunio) e in svantaggio 2-1. Dalia e compagne partono contratte, ma poi riescono a trovare il ritmo giusto e, approfittando dell’ottima giornata dell’opposto Tereza Rossi-Matuszkova che mette a terra 40 palloni, condanna la squadra dell’ex Carla Rossetto all’ennesima sconfitta di fronte al proprio pubblico. Il tecnico cremasco manda in campo il sestetto già visto domenica scorsa a Torino, con Dalia – Rossi, Nucu e Paolini, Saccomani e Marc in posto 4 e Paris libero; coach Gaspari schiera, invece, Camera e Nikolova sulla diagonale, la coppia Fiorin – Barcellini in banda, Calloni – Crozzolin al centro e Rossetto come libero. E vince.

Grande soddisfazione in casa Icos: la prima vittoria esterna contro una squadra come Conegliano vale moltissimo, sia in chiave salvezza ma soprattutto per il morale della squadra. Il tecnico Leo Barbieri: “Sono contento, tutte le ragazze hanno dato il loro contributo, la vittoria è ancora più importante perché conquistata con la squadra incompleta; a questi problemi abbiamo saputo sopperire con umiltà e spirito di squadra. Questo significa giocare per la squadra.  Da incorniciare la prova di Tereza Rossi-Matuszkova, capace di prendere in mano la squadra e mettere a terra ben 40 palloni”.

Il vicepresidente Fabio Riboli: “Tereza ha giocato una grandissima partita, ma la squadra non è stata da meno, tutte hanno dimostrato il loro valore ed hanno compiuto un’impresa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti