Commenta

A Bruno Pizzul
la targa
“Paolo Scorsetti”

A Bruno Pizzul la targa “Paolo Scorsetti”. La voce della nazionale di calcio la riceverà lunedì 24 settembre in sala Bottesini del teatro San Domenico. Durante la serata gli scrittori Francesco Pira e Matteo Femia presenteranno il libro “Bruno Pizzul una voce nazionale”.

La popolarissima “voce” del calcio ad essere protagonista della serata organizzata per ricordare l’indimenticato libraio Paolo Scorsetti, che fu tra i fondatori del Caffé Letterario di Crema. Bruno Pizzul, il telecronista che ha fatto (e ancora lo fa) sognare gli italiani raccontando le imprese delle squadre italiane, e in particolare della nazionale, darà vita a una di quelle serate che tanto sarebbero piaciute a Scorsetti: parlando serenamente di libri e di calcio, i due grandi “amori” di Paolo. L’appuntamento è per lunedì 24 settembre, in sala Bottesini del teatro San Domenico, con inizio alle 20.45 e ingresso libero.

A condurre la serata sarà Simone Donarini.Durante l’incontro, che è organizzato in collaborazione tra Caffé Letterario, Assessorato allo Sport del Comune di Crema eComitato organizzatore del Trofeo Dossena, il giornalista riceverà la targa Paolo Scorsetti con la seguente motivazione: «Perché nel calcio ci può essere poesia». Prima di lui la targa è stata assegnata a Massimiliano Aschedamini, a Cesare Prandelli, alla famiglia Facchetti, al campione del mondo Antonio Cabrini e al ‘telecronista lunatico’ Tito Stagno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti