Commenta

Treni che sembrano latrine:
puzza e sporcizia ovunque,
pendolari esasperati

Non bastavano i 35 gradi a bordo dei pullman o le due ore e mezza per giungere a Milano in treno da Crema: la settimana tragica dei pendolari cremaschi continua. E’ di poco fa l’ennesima segnalazione di grossi disagi sui treni. Ritardi e soprattutto sporcizia. Questo è il modo in cui i pendolari cremaschi, che ogni giorno usano i mezzi pubblici per raggiungere il luogo di lavoro, sono costretti a viaggiare. L’ultima segnalazione riguarda il convoglio Trenord proveniente da Cremona e diretto a Crema delle 14,43. Il treno, segnala chi ha dovuto prenderlo, era in uno stato vergognoso. Oltre ad essere in ritardo di ben 45 minuti, le carrozze, segnalano i pendolari con tanto di fotografie, “erano a dir poco rivoltanti per la sporcizia dei sedili, oltre ad avere finestrini malfunzionanti e puzzare come toilette pubbliche”. A far arrabbiare i pendolari sono gli aumenti scattati da questo mese sui biglietti e sugli abbonamenti ai quali non è seguito un miglioramento del servizio che tanti attendono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti