Commenta

San Domenico, questione di efficienza
presenze e aperture raddoppiate in 5 anni
con nuove offerte tra musica, teatro e arte

San Domenico virtuoso, nonostante crisi e tagli alla cultura. Il report diffuso dalla Fondazione non lascia dubbi sull’efficienza della gestione applicata negli ultimi cinque anni: dal 2007 al 2012 le presenze a teatro sono passate da 10.247 a 21.353, e le aperture da 43 a 101. Cifre più che raddoppiate, grazie all’aumento dei servizi d’informazione e prenotazione rivolti agli utenti e all’ampliamento dell’offerta.

QUALCHE DATO

Concerti e serate musicali costituiscono il 30% della programmazione appena conclusa, con picchi di partecipazione che sfiorano le 600 persone; seguono le rassegne Crema In Scena e Crema In Danza con un tetto di 390 spettatori. Sempre più di trecento presenze per cabaret e prosa, mentre i 345 spettatori registrati con gli spettacoli per famiglie e bambini confermano la nutrita partecipazione dei più piccoli ad un mondo finora considerato appannaggio di un pubblico adulto.

DATA ZERO PER I BIG DELLA MUSICA ITALIANA

Tra i maggiori successi riscontrati si collocano i concerti degli otto big della musica italiana che da gennaio a luglio sono stati ospiti del teatro cremasco per la data zero del loro tour, occasioni spesso ricompensate dal sold out dei biglietti disponibili.

LA RASSEGNA DI TEATRO AMATORIALE DEL TERRITORIO

Anche la rassegna di teatro amatoriale e danza del territorio ha riscosso grande partecipazione. Mentre su scala nazionale il pubblico dei teatri cala del 2,31% il San Domenico registra un aumento del  9,7% di spettatori rispetto allo scorso anno, ben il 15% in più rispetto al 2010, nonostante il costo del biglietto sia aumentato di due euro e sia diminuito il numero di spettacoli.

UNA FONDAZIONE, TANTE REALTA’

Indispensabile la collaborazione con eventi e festival territoriali, sinergie che si sono rivelate vincenti soprattutto per coinvolgere pubblico giovane e proveniente anche dalle province vicine; è il caso di ArtShot, che con l’edizione 2012 ha riconfermato l’efficace scelta di organizzare eventi ed esposizioni nei chiostri del San Domenico, una soluzione che verrà adottata nuovamente domenica 22 luglio per la giornata di solidarietà dedicata al Comune terremotato di Concordia sul Secchia.

 

Lidia Gallanti

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti