Ultim'ora
3 Commenti

Eventi, serve una cabina di regia:
polemica per la sovrapposizione
dei concerti di sabato

Un successo con polemica. Da un lato una serata riuscitissima in favore dell’Abio, dall’altro qualche sassolino da togliersi dalle scarpe per l’associazione musicale Il Trillo, che dopo il concerto di sabato sera a CremaArena, non sta zitta e punta il dito contro chi ha organizzato solo qualche giorno fa, un concerto in piazza Duomo in ricordo di Giovanni Paolo II, nonostante fosse già in calendario la manifestazione a CremaArena. “Nonostante la presenza in piazza Duomo, del concerto in ricordo di Giovanni Paolo II organizzato dal Centro culturale diocesano “G. Lucchi” e dalla Basilica di Santa Maria della Croce solo la scorsa settimana, in sovrapposizione al concerto a favore dell’Abio, già in calendario al CremArena dal mese di marzo, senza rispetto e sensibilità per le associazioni di volontariato che con fatica operano e coordinano in modo costruttivo le proprie attività sul territorio, cooperando con l’Ufficio Attività Culturali e Turistiche del Comune di Crema nella persona della responsabile Manuela Pedrini, il numeroso pubblico è intervenuto calorosamente”, specificano gli organizzatori comunque soddisfatti per le presenze a CremaArena.

Un episodio come mette in evidenza la necessità di una cabina di regia, o per lo meno di un calendario da costruire in sinergia tra tutte le associazioni e le realtà culturali della città per evitare come in questo caso spiacevoli sovrapposizioni che possono danneggiare tutti gli eventi in campo per un determinato giorno. Questa sarà una delle prima questioni che l’assessore alla Cultura Paola Vailati, dovrà mettere in conto, visto anche l’orientamento del programma che parla di un lavoro insieme a tutte le associazioni e le realtà culturali del territorio.

Fortunatamente, sabato sera, nonostante la sovrapposizione dei due eventi nessuno sembra essere stato danneggiato. Folla in piazza Duomo e folla a CremaArena.

Una soddisfazione per l’Associazione Musicale “Il Trillo”, ensemble di recente formazione nata su iniziativa dell’attuale presidente Paolo Enrico Patrini e del direttore artistico Denise Bressanelli, che in soli due anni si è imposta sul territorio cremasco, sia come ente benefico rilevante a sostegno delle associazioni senza scopo di lucro, sia come valida Orchestra di Fiati della città che propone eventi di alto livello musicale. Gli oltre 550 posti a sedere infatti, non sono stati sufficienti ad accogliere il numeroso pubblico intervenuto alla serata che ha seguito attento i brani in programma, in un’appassionante viaggio dall’ Operetta alla Musica da film.

Dopo l’intervento dell’assessore alla Cultura di Crema, che ha portato i saluti e gli apprezzamenti al Trillo, da parte dell’amministrazione comunale, il presidente di Abio, Ortensia Marazzi ha introdotto la serata illustrando quelle che sono le attività dell’Associazione il cui obiettivo principale è valorizzare la parte sana del bambino malato in ospedale.

Si è poi dato spazio alla musica con la prima parte del concerto, che ha visto protagonista l’Orchestra di Fiati dell’Associazione Musicale “Il Trillo” diretta da Yuri Boschiroli, dedicata all’operetta, caratterizzata dalla vivacità musicale e dall’immediata godibilità delle composizioni. La seconda parte del concerto, dedicata alla musica da film è stata interpretata dalla Filarmonica Castiglionese diretta da Claudio Montironi.

La riuscita serata di sabato, è stato un significativo e valido evento realizzato grazie all’impegno e alla disponibilità dei responsabili, che si è contraddistinto, come ogni concerto del Trillo, per un programma musicale sempre nuovo e accattivante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti