Sport
Commenta

Si prepara la festa per la promozione
Cogorno: “La serie A1 si giocherà a Crema”
Barbieri continuerà a guidare la squadra

Domenica la festa sul parquet di Viadana, al termine della partita contro Casalmaggiore, nei prossimi giorni quella in città: l’Icos Crema Volley si gode il meritato successo, dopo la trionfale stagione delle ragazze violarosa che hanno conquistato la serie A1, proiettando Crema nell’Olimpo del volley femminile nazionale.

ALL’INIZIO OBIETTIVO PLAYOFF

Tra gli artefici di questo successo c’è sicuramente coach Leo Barbieri , che replica a Crema quanto già aveva fatto qualche anno fa a Piacenza e pregusta già la possibilità di tornare in A1 dopo sei anni: “Non so se sono stato l’artefice del successo – dice Barbieri – perché mio padre mi ha sempre detto, che se fai qualcosa di buono lo devono dire gli altri, comunque domenica abbiamo festeggiato dopo la partita – aggiunge Barbieri – ed è stato un bel momento, perché ovviamente si tratta di momenti dove si scarica tanta tensione”.
Un anno straordinario quello che ha vissuto la sua squadra, sia in campionato che in coppa Italia e lei ha sempre posto l’accento sulla solidità del gruppo, che è stata alla base di tutti questi successi: “È innegabile questo, anche se all’inizio l’obiettivo che avevamo erano solo i playoff, ma tra il dirlo e la vincere, manca qualche pezzo e le ragazze sono state brave ad alzare fin dal primo momento l’asticella, dando sempre il massimo e puntando sempre al massimo”.
Barbieri ricorda anche il secondo posto in coppa Italia: “Sì c’è il rammarico, perché è vero che conta chi vince, ma quando si arriva in finale vuol dire aver vinto tanto prima”.

SORPRESA PALABERTONI

Una cosa è certa, quest’anno il Pala Bertoni è stato una gradevole sorpresa per tutto lo staff violarosa: “La vera sorpresa è il palazzetto pieno – commenta Barbieri – non solo in occasione delle finali, perché questo è normale, ma anche nelle partite che abbiamo disputato durante l’intera stagione.
Un palazzetto che ha avuto la possibilità di ammirare una squadra, “con due giocatrici di grande esperienza e un gruppo di giovani, che assieme a chi ha giocato meno, ci ha portato in A1” sottolinea Barbieri.

BARBIERI E IL FUTURO

Barbieri e Crema, il matrimonio continua? “Il mio rapporto con la città va al di là del lavoro, nel pomeriggio ho incontrato il presidente e come al solito, non ci sono problemi, sono molto legato alla famiglia del presidente Cogorno”.
Ed il presidente, interpellato sulla questione conferma: “Non c’è neanche bisogno di parlare, è sbagliato non dare la possibilità ad un allenatore di stare in A1, dopo che ci ha portati in questa categoria”.

“5 ANNI FA ERAVAMO IN C”

E Claudio Cogorno analizza a mente fredda il successo: “Più passano i giorni e più si realizza quanto abbiamo fatto in questi anni, perché cinque anni fa eravamo in serie C e tassello dopo tassello, siamo arrivati in A1, passando da un pubblico di 100 persone, al palazzetto pieno in pochi anni, e questo significa che ora la squadra è sentita come tale da tutta la città”.
Infine la questione palazzetto, alla luce dei criteri che occorrerà soddisfare per poter disputare le partite casalinghe al Pala Bertoni, nella massima serie: “È giusto che Crema possa vedere la serie A1 – dice il presidente – ho già parlato con la Lega e la soluzione si troverà”.
Intanto, è previsto per domani l’incontro in comune, al quale parteciperà anche il consigliere Walter Della Frera, con il quale si affronterà l’argomento palazzetto.

Ilario Grazioso

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti