Cronaca
Commenta

L’attività di Rete Scuole Crema
contro la “chiamata diretta” e il Ddl Aprea
Prosegue la collaborazione con “NonUnodimeno”

La settimana scorsa una delegazione di Rete Scuole Crema ha partecipato ad una riunione a Milano con l’Associazione NonUnodiMeno, con la quale è in corso una proficua collaborazione, in merito alle iniziative portate avanti per difendere la scuola pubblica.
Il presidente dell’Associazione ha relazionato sull’incontro che si è svolto a Roma con il segretario generale della Flc Cgil (la Federazione che riunisce i lavoratori del comparto scuola iscritti alla Cgil), Domenico Pantaleo e con il direttivo del CIDI (Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti).

I TEMI DEGLI INCONTRI

L’incontro ha avuto come tema sia la nota “chiamata diretta”, sperimentazione approvata dal Consiglio Regionale della Lombardia, che prevede il reclutamento del corpo docente per l’assegnazione delle supplenze annuali, direttamente da parte dei Dirigenti Scolastici, senza più passare per le graduatorie ad esaurimento provinciali, sia il Ddl Aprea n. 593 sulla riforma degli organi collegiali degli istituti scolastici, approvato in sede deliberante alla Camera.

I RISCHI DELLA SPERIMENTAZIONE LOMBARDA

Nel corso degli incontri, le due associazioni hanno convenuto di diffondere il più possibile un appello di respiro nazionale, sui rischi insiti nella legge lombarda, appello che ha ricevuto le adesioni della segreteria nazionale della FLC CGIL, del CIDI ed in poco tempo di tante associazioni.
Nelle intenzioni dei promotori, l’appello, dopo aver raccolto il numero più ampio possibile di adesioni, comprese quelle di personalità di spicco del mondo della cultura, verrà fatto recapitare alle segreterie dei partiti politici, cui Rete Scuole Crema e l’Associazione NonUnodiMeno, chiedono di attivarsi affinché il governo e il ministro dell’istruzione, non diano il via libera alla sperimentazione lombarda.
Intanto il prossimo 26 maggio una delegazione tornerà a Roma per una manifestazione nazionale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti