Cronaca
Commenta

Alpini presenta la “Cena in Emmaus”
per il ciclo d’incontri tra arte e fede
promosso dal Centro diocesano G.Lucchi

Dopo la Pasqua torna “Annunciare la fede attraverso l’arte”, ciclo d’incontri promosso dal Centro culturale diocesano G.Lucchi per riportare all’attenzione della città le preziose opere d’arte sacra della nostra diocesi, spesso sconosciute o dimenticate.

LA “CENA IN EMMAUS” A SAN GIACOMO

Il prossimo appuntamento sarà domani venerdì 13 aprile alle 21 nella chiesa di San Giacomo Maggiore, in via matteotti, dove verrà illustrata ai presenti la “Cena in Emmaus di Cristo risorto”,opera settecentesca di Giovan Battista Botticchio. “Come Caravaggio, il realismo scelto da Botticchio per questo tema vuole renderci testimoni veri dell’evento con il quale Gesù si mostra vivente dopo la morte e nostro compagno fino alla fine dei giorni dell’umanità”, commenta lo storico dell’arte Cesare Alpini, che anche in questa occasione offrirà ai presenti un’accurata analisi dell’opera.

NON SOLO ARTE

La presentazione sarà accompagnata dalle esecuzioni musicali del coro Collegium vocale di Crema diretto da Giampiero Innocente, con l’accompagnamento musicale di Francesco Panico alla tromba e Lorenzo Rossi all’organo. “Si tratterà di una vera e propria drammaturgia – spiega il referente del Centro Diocesano G.Lucchi Marcello Palmieri – In essa immagini, musiche, gesti e silenzi permetteranno di interiorizzare profondamente non solo l’opera ma anche lo spirito più profondo che ha animato il suo autore, suscitato dagli stessi valori religiosi che mai perdono la loro attualità”.

 

l.g.

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti