Commenta

Stop all’abbonamento di 5 giorni
valido sugli autobus
Il Pd: “Penalizzati i pendolari”

Abolizione dell’abbonamento settimanale di 5 giorni, i consiglieri del Partito Democratico Matteo Piloni ed Emilio Guerini scrivono al sindaco Bruno Bruttomesso. La decisione, che ha innescato una serie di email di protesta dei pendolari cremaschi, secondo gli esponenti della minoranza deve essere rivista e portata a conoscenza della Provincia di Cremona.

LA LETTERA

Egr. Sig. Sindaco,

come di certo Lei saprà da domani, 1 marzo, non sarà più disponibile l’abbonamento settimanale di cinque giorni per il servizio dei bus gestito da Adda Trasporti.

Tale scelta penalizza gli utenti e i pendolari che si recano sul posto di lavoro utilizzando i pullman, che si vedono, di fatto, aumentare la spesa dell’abbonamento. Pendolari che, proprio su questa decisione, hanno scritto nelle scorse ore all’azienda di trasporto lamentando tale decisione.

In consiglio comunale, molte volte, abbiamo discusso e preso decisioni sempre nell’ottica di sostenere i pendolari per garantire loro un servizio migliore.

Per tanto, con La presente, la invitiamo formalmente a chiedere alla Provincia di Cremona di soprassedere su questa decisione, anche in relazione del fatto che, proprio in questi giorni,  si sta facendo la nuova gara (e sarà unica su tutta la Provincia) e sarà sottoscritto un nuovo contratto di servizio per la gestione dello stesso.

Visto che nel nuovo contratto sarà considerato inevitabilmente l’aumento dei carburanti a carico dei gestori del trasporto pubblico, ci auguriamo che si utilizzino altre leve e non vengano meno le agevolazioni a favore degli utenti e dei pendolari (come ad esempio l’abbonamento settimanale di cinque giorni)

Certi della Sua attenzione e di un Suo tempestivo interessamento, porgiamo distinti saluti.

Matteo Piloni – Emilio Guerini

 

© Riproduzione riservata
Commenti