Cronaca
Commenta2

Il centrosinistra mette in stand by
la “Cittadella” della Benefattori
Bonaldi: “Recuperare l’esistente e avviare
una nuova politica per gli anziani”

Le politiche per gli anziani, sono state l’oggetto di una conferenza stampa che la coalizione di centrosinistra che sostiene Stefania Bonaldi alle amministrative di maggio, ha tenuto ieri sera.

COSTRUIRE UNA RETE
La Bonaldi parla di rinnovamento anche del vocabolario della politica con riferimento all’universo anziani, “non solo un esercizio linguistico – afferma la candidata sindaco del centrosinistra – ma anche una filosofia, verso una città per la terza età”.
La città di cui parla la Bonaldi, al tavolo dei relatori insieme a esponenti dei partiti e della società civile che la affiancano in questa campagna elettorale, vuole progettare modelli di intervento che si inseriscono in una quadro di programmazione sociale e socio sanitaria, finalizzato alla costruzione di una rete formata da soggetti diversi.

IN AUMENTO GLI OVER 75
Secondo i dati Istat, la percentuale di ultra 65 enni nel distretto di Crema è del 19% (circa 29.000 persone), ma la crescita più significativa, riguarda la fascia di età più anziana, quella degli over 75.

RUOLO STRATEGICO DELL’AMMINISTRAZIONE
L’amministrazione locale deve rivestire un ruolo strategico nei servizi per gli anziani – afferma la Bonaldi – raccogliendo e studiando i dati, in modo da leggere i bisogni e definire le strategie appropriate.

LA LEADERSHIP DI CREMA
Per la Bonaldi, Crema, è chiamata a esercitare una responsabile leadership territoriale, coinvolgendo i comuni del circondario, i servizi sociali territoriali, le strutture comprensoriali già attive, a partire da Comunità Sociale Cremasca e dal tavolo del Piano di zona.

POTENZIAMENTO ASSISTENZA DOMICILIARE
Nell’assistenza alla popolazione anziana, fondamentale è il perfezionamento dei servizi domiciliari, compresi condomini solidali, alloggi per anziani autosufficienti in contesti di tutela sociale, o realtà semiresidenziali, come i centri diurni integrati.
Ma per articolare queste risposte, secondo la Bonaldi occorre maggiore protagonismo del Comune, anche nei rapporti con la Fondazione Benefattori Cremaschi.

SOSTENIBILITÀ SOCIALE
La coalizione di centrosinistra è favorevole ad un progetto di messa a norma e miglioramento logistico delle strutture della Fondazione, afferma la Bonaldi, ma in un quadro di programmazione che consideri i servizi agli anziani nella loro globalità.
Quanto alle ipotesi di nuove strutture, la Bonaldi afferma che è necessario valutare la sostenibilità di questi interventi, “dal punto di vista economico, sociale, urbanistico e ambientale, privilegiando la riqualificazione del patrimonio esistente, piuttosto che consumare suolo, creando strutture ex novo”.

Ilario Grazioso

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti