Spettacolo
Commenta

I colori e l’allegria del Fatf
in trasferta a Genova per
il Piccolo Carnevale della Speranza

Meduse e barche di carta che volteggiano tra onde del mare stilizzate, palloncini che sbucano dalle finestre, piogge di coriandoli dal cielo e oltre mille persone, tra bambini, maestre e genitori, che ridono e cantano insieme: questo è stato il “Piccolo Carnevale della Speranza” che il Fatf ha portato all’Istituto Marassi di Genova.

Un’iniziativa speciale, nata per regalare ai piccoli genovesi un momento di gioia in uno dei luoghi più feriti dall’alluvione che ha colpito la Liguria negli scorsi mesi. Il pullman del FATF è partito da Crema di buon ora giovedì mattina per arrivare a Genova in tempo utile e mettere in scena al meglio questo grande spettacolo. Insieme alla Presidente dell’Associazione, Gloria Angelotti, e al regista dell’iniziativa, Nicola Cazzalini, una rappresentanza dello staff del FATF e i ragazzi dell’ITIS e del Liceo Artistico Munari, guidati dai prof Mariola Groppelli, Elena Bossi e Paolo Carbone. Una comitiva di 56 persone che ha realizzato uno show di grande successo curato nei minimi dettagli. Tre rappresentazioni, una su ogni piano dell’edificio, hanno reso i piccoli alunni genovesi protagonisti di un momento spensierato.

Dopo animazioni, giocolierie e divertimento, la grande festa di carnevale si è conclusa in bellezza con un momento corale che ha visto tutti i partecipanti riunirsi nello spazio antistante l’edificio della scuola. Il “mare”, tema principale dell’evento, con le sue meravigliose coreografie nei toni del bianco e del blu realizzate dai ragazzi del FATF e dai bambini genovesi, si è così riversato in Piazza Ferraris. Qui, tutti insieme hanno intonato il jingle della fiducia “Primo Mattino”, colonna sonora della XIV edizione del FATF (scaricabile sul sito www.teatrofestival.it).

 

© Riproduzione riservata
Commenti