Commenta

Meccanico a casa
per chiedere il conto,
pugno e minacce

Meccanico a casa del cliente per chiedere il conto. Un pugno e la minaccia con un coltello, l’accoglienza. Il 112 è stato chiamato all’intervento, ieri sera, in una casa di un centro abitato della cintura cremasca da una ragazza, allarmata per la possibile degenerazione della lite in corso tra il fratello e il creditore. I carabinieri, al loro arrivo, hanno trovato il giovane, che compirà i 18 anni di età tra qualche mese, ancora agitato. Il meccanico del paese vicino, un 37enne, era andato a chiedere il pagamento della riparazione effettuata qualche mese prima sull’auto intestata alla madre dei ragazzi, ma era stato affrontato subito dal minorenne, che gli aveva sferrato un pugno al volto prima ancora di parlare. Sebbene avesse capito che l’artigiano era creditore, aveva addirittura impugnato un coltello per mandarlo via. Pare sua madre abbia contestato la riparazione, giudicata difettosa e insoddisfacente. Per questa ragione, pagamento sospeso.

I carabinieri hanno sequestrato il coltello, deferito al procura del tribunale per i minorenni di Brescia il giovane (minaccia aggravata dall’uso dell’arma bianca) e invitato le parti a presentare denuncia ai militari dell’Arma competenti per territorio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti