Commenta

Una rosa e una poesia su ogni banco
per ricordare la Shoah
Alla media di Vaiano Cremasco
anche film e canti ebraici

Si avvicina la data del 27 gennaio, che con legge del 2000 è stata individuata quale data per commemorare le vittime della Shoah e a questo proposito, per ricordare degnamente tutti coloro che hanno pagato con la vita, gli effetti di uno dei periodi più bui della storia dell’umanità, si moltiplicano le inziative poste in essere dalle scuole del cremasco.
Di particolare spessore, le proposte della Scuola Media di Vaiano Cremasco, curate dal responsabile del progetto Claudio Patrini coadiuvato dai colleghi di discipline letterarie, storiche e musicali, con l’obiettivo di stimolare nei ragazzi, la riflessione sui temi quali, la tolleranza e il rispetto delle diversità etniche, culturali e religiose.

IL PROGRAMMA

Si parte già questa settimana, con la visione di alcune pellicole, che hanno trattato il tema della Shoah: “Mi ricordo Anna Frank”, di Alberto Negrin per le classi prime, “Arrivederci ragazzi” di Louis Malle per le classi seconde, “La rosa bianca” di Marc Rothemund per le classi terze.

Venerdì 27 gennaio:
Le classi terze assisteranno alla lezione, con la visione di un audio filmato tenuta dal professor Emanuele Edallo, dottore di ricerca in storia presso l’Università degli Studi di Milano, esperto sugli stermini nel ’900, nonché docente precario in diverse scuole del cremasco.
Inoltre, come tradizione, in tutte le classi, su un banco verrà deposta una rosa e una poesia e, tempo permettendo, nel giardino della scuola, saranno eseguiti canti ebraici da parte del coro scolastico “I have a dream…..” diretto dalla professoressa Vittoria Maria Corrado.

LA MARCIA DEI LUMINI

Si terrà domenica 29 gennaio, la seconda “Marcia dei lumini”, organizzata dal Gruppo marciatori della pace di Vaiano Cremasco, alla quale parteciperà anche una delegazione dell’Istituto, ed il cui ritrovo è previsto alle ore 16,45 presso il cortile del municipio.

i. g.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti