8 Commenti

Il deputato cremasco Torazzi (Lega):
“Monti ci ha confessato
la futura bancarotta del Paese”

– il deputato cremasco della Lega Nord, Alberto Torazzi

 

“Oggi Monti ci ha confessato il suo fallimento e la futura bancarotta del nostro Paese”. Ad affermarlo è il deputato cremasco Alberto Torazzi, capogruppo della Lega Nord in Commissione Attività Produttive. Torazzi commenta in modo l’informativa prodotta alla Camera dal Presidente Monti: “Dicendo che il rientro del rapporto debito/Pil al 60% in 20 anni non è argomento di discussione, ma già oggi legge dell’Unione, significando con questo che dovremo ridurre il debito del 3% del Pil all’anno, ha certificato l’insostenibilità della sua politica. L’azzeramento del deficit – spiega Torazzi – costa 80 miliardi di euro di avanzo primario, per ottemperare alla riduzione del 3% del debito ci vogliono altri 48 miliardi di euro/anno per un totale di 128 miliardi di euro di avanzo primario, su di un bilancio totale di 750 miliardi di euro, continuando intanto a pagare tutti gli sprechi del sud: la sanità di Sicilia, Campania, Calabria, Puglia e Lazio, i rifiuti di Napoli, i forestali calabresi”. Secondo il deputato cremasco Monti ha lanciato il si salvi chi può e imprese e capitali fuggiranno dall’Italia.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ELIANA

    CARO TORAZZI, cosa ne pensa del caso Cosentino?

    • Gigi

      Considerato che Reguzzoni guida circa una dozzina di deputati e che Torazzi è uno di questi, è facile capire cosa ha votato Torazzi…

  • Rita

    immagino la scena ..monti che si confida con l’on.torazzi “aumm aumm”

  • Marco V

    Secondo come un centinaio di miliardi di taglio su quasi 800 PROPRIO perché ci sono gli sprechi eccetera, sono valutabili, realizzabili. Come gli capita spesso, l’on. Torazzi sembra sparare alto poi si colpisce un piede, non si capisce la sua logica, peraltro anche ridicolmente entusiasta, che lo porta a immaginare un default. Un paese che ha un debito inferiore di cinque volte al patrimonio privato delle famiglie, delle persone che lo abitano, non ha avuto una sola banca in fallimento e ha attualmente un sistema pensionistico equilibrato non è un paese in default. Abbiamo semplicemente uno Stato pesante, elefantiaco, che anni e anni di parole leghiste non hanno smosso di un millimetro. Facciamo che continua Monti, va … che quelli Torazzi li abbiamo già provati.

  • Pasquale

    Che gran parte del problema sia attribuibile al disastroso centrodestra non ci piove. Tuttavia, il matematico default dell’italia, salvo cambiamenti di regole europee, è già stato ampiamente spiegato da diversi economisti, tra cui Marazzi. Le manovre di Monti, anche future, servono solo a tenere i cittadini nella paura. Mussolini ha governato per anni nella paura, così Hitler. La paura calamita sempre la maggioranza di un Paese: la paura è coesione! Intanto, mentre la plebe resta coesa a sperare che le cose migliorino, senza cominciare rivolte e sommosse per rovesciare la scala sociale del disastro, i patrizi movimentano fiumi di denaro evaso al fisco verso paradisi fiscali, dove staranno al calduccio quando si tornerà alla Lira.

  • Antonio

    Mi scusi Onorevole Torazzi,ha notizie della situazione economica della Tanzania o devo chiedere al suo omologo Onorevole Cosentino?

    • Stefano

      …infatti…è così che si dà l’esempio… Investire i soldi provenienti dal finanziamento pubblico ai partiti in “dubbi” affari in Tanzania è il giusto metodo per sostenere l’economia Italiana e Cremasca. E ancora con ‘sta storia trita e ritrita degli sprechi del Sud: cominciamo un po’ a guardare anche a casa nostra…

  • Stefano

    Caro Onorevole Torazzi, quest’anno stiamo sopportando un carico di ben 5 manovre (4 delle quali richieste da un governo che aveva il vostro pieno e convinto sostegno…) per un totale, se non vado errato, di oltre 150 Miliardi: cosa vuole che siano 48 mld/anno? Qualcuno dovrà pur ripianare i disastri degli anni passati (per buona parte con governi di centro-destra), o vogliamo ancora fare finta di niente e dare tutto in eredità ai nostri figli, nipoti e pronipoti? Ma soprattutto, caro Onorevole Torazzi cosa sta facendo la commissione di cui Lei fa parte, per evitare la fuga di imprese e capitali dall’Italia? Ed infine, quale contributo sta portando al territorio Cremasco, tanto tartassato dalle crisi di questi anni, la Sua presenza in tale commissione ed in Parlamento? Sono domande che io e molti altri elettori Cremaschi vorremmo gentilmente porle… Grazie