Cronaca
Commenta

Ridimensionamento scolastico,
Bonaldi (Pd) scrive a Zanibelli:
“Incontro urgente con i dirigenti”

Ridimensionamento scolastico, la capogruppo del Partito Democratico Stefania Bonaldi “chiede un urgente incontro aperto ad eventuali portatori di interesse (dirigenti, sindaci)” all’assessore all’Istruzione Laura Zanibelli. Bonaldi ritiene infatti “determinante il ruolo di regia del Comune di Crema affinchè il ridimensionamento fatto con gradualità sia un’opportunità per le scuole e non metta a rischio l’organizzazione e la continuità didattica delle stesse. Le perplessità di molti dirigenti sono, infatti, legate ad oggi all’assenza di un coordinamento che possa tener conto della complessità territoriale”.

Come noto, le Regioni si impegnano a raggiungere l’obiettivo entro l’anno scolastico 2014-2015. “Anche le linee guida per la definizione delle proposte di modifica dei piani provinciali di dimensionamento scolastico – sottolinea Bonaldi -, relative alle scuole primarie e secondarie di primo grado per l il prossimo anno scolastico inoltrate agli assessori provinciali e ai dirigenti del settore istruzione fanno riferimento al conseguimento dell’obiettivo anche gradualmente attraverso la partecipazione e condivisione a livello territoriale delle scelte intraprese, anche attraverso l’acquisizione dei pareri obbligatori e non vincolanti delle istituzioni scolastiche interessate da variazioni e cambiamenti. A Crema abbiamo bisogno di fare questi passaggi e di far chiarezza sulla gradualità dell’operazione”. Bonaldi forte della decisione presa dai Consigli di Circolo  Crema Secondo, di Pandino, di Rivolta d’Adda; dai Consigli d’Istituto delle Scuole Medie Statali Vailati, Galmozzi e dal Collegio Docenti del  Circolo Didattico Crema Primo che hanno espresso la loro contrarietà al piano di dimensionamento nel distretto cremasco ed hanno chiesto un rinvio, ha chiesto il confronto all’assessore per giungere ad un risultato che gli stessi dirigenti attendono.

 

© Riproduzione riservata
Commenti