Commenta

Progetto mUnicity ai nastri di partenza
In una tavola rotonda l’analisi
delle linee programmatiche:
al centro dell’attenzione la qualità
della vita degli studenti universitari

Cittadinanza studentesca, alloggi e spazi dedicati agli studi: il progetto mUnicity entra nel vivo. Nelle sale di Palazzo Comunale, infatti, si sono riuniti i partner coinvolti nella realizzazione dell’operazione. Il progetto mUNIcity da alcune settimane è stato completamente finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) per un importo complessivo di 294mila 800 euro. Nella sala Consulta si sono date appuntamento le rappresentanze dell’ente capofila (il Comune di Cremona), del Comune di Crema e di: Consulta Universitaria di Cremona, Università degli Studi di Pavia  sede di Cremona, Istituto Superiore di Studi Musicali Claudio Monteverdi, Politecnico di Milano Polo territoriale di Cremona, Azienda Ospedaliera Istituti Ospitalieri di Cremona.

Durante l’incontro sono state condivise tempistiche e metodologie per portare a buon compimento quanto definito in fase progettuale per rispondere alle linee previste dal bando. L’ambito degli interventi riguardanti mUnicity riguarderà anche cultura, sport e attivazione di servizi in rete per gli studenti e per gli studenti disabili, nonché l’accoglienza degli studenti stranieri.

“Un grande lavoro di squadra – ha commentato l’assessore del Comune di Cremona Jane Alquati – che permetterà agli studenti universitari ed al territorio di usufruire di preziose risorse. Si tratta di un concreto investimento nel futuro dei giovani”. L’assessore all’Istruzione di Crema Laura Zanibelli ha invece sottolineato i vantaggi che gli studenti universitari dei due poli (quello cremonese e cremasco) potranno avere potendo coniugare sotto una comune progettualità le buone prassi che le due realtà hanno saputo sviluppare.

 

© Riproduzione riservata
Commenti