Cronaca
Commenta

Comunità Sociale Cremasca
alle prese con i tagli di bilancio
Le risorse si riducono di 1,2 milioni
Capetti: “Quadro completo solo nella
prossima primavera”

– da sinistra: Vighi, Capetti, Stanghellini

 

Si è svolta presso la Sala del Palazzo della Provincia, l’assemblea dei sindaci del distretto di Crema e l’assemblea consortile di Comunità Sociale Cremasca.
Per quanto riguarda l’assemblea dei sindaci, sono state trattate le tematiche riguardanti la programmazione sociale, l’accoglienza residenziale per minori e il protocollo operativo in tema di amministrazione di sostegno, con riferimento anche agli interventi ad personam nelle scuole.
Budget pre-consuntivo 2011 e bilancio preventivo 2012, gli argomenti che hanno interessato la riunione seguente, dei soci di Comunità Sociale Cremasca.
Considerate le riduzioni dei fondi per le politiche sociali, confermate dalla legge di stabilità 2012 è stato elaborato un documento che tiene conto di una riduzione del 40% rispetto all’anno prima, dei trasferimenti dal Fondo Nazionale Politiche Sociali, l’azzeramento del Fondo Non Autosufficienze e la riduzione del 14% del Fondo Sociale Regionale.
Da tutto questo emerge una riduzione del budget complessivo a disposizione per il 2012, di quasi 1 milione 200mila euro, per questo motivo lo schema di bilancio predisposto dai tecnici (e approvato all’unanimità dall’assemblea)  è stato formulato prevedendo solo le spese essenziali e lasciando ad una fase successiva, l’assegnazione delle risorse rimanenti.
“Si tratta di un documento di carattere generale e puramente indicativo – dice l’assessore ai Servizi alla Famiglia e alla Persona, nonché presidente di Comunità Sociale Cremasca, Luciano Capetti – riduciamo le spese e abbiamo circa 1 milione di euro in meno. Tuttavia, anche lo scorso anno la situazione era simile, al momento non abbiamo conferme circa le risorse provenienti da Stato e Regione. Speriamo che in primavera ci sia un quadro diverso”.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti