Ultim'ora
Commenta

Aspettando Santa Lucia
Tutto esaurito per il concerto del Trillo
nella chiesa di San Benedetto

Tutto esaurito domenica scorsa nella Chiesa di San Benedetto a Crema, per l’Orchestra di Fiati dell’Associazione Musicale il Trillo. Ad assistere alla serata “Aspettando Santa Lucia”, concerto in memoria del dottor Giuseppe Garraffo a favore dell’Associazione Amici del Montessori Onlus in occasione della donazione “Giochi accessibili a tutti, anche ai bambini diversamente abili” per il giardino della Scuola Materna comunale “Iside Franceschini”, sono accorse centinaia di persone ed i cospicui posti non sono stati sufficienti ad accogliere il numeroso pubblico.

La musica è stata preceduta dagli interventi delle autorità presenti in sala, l’assessore alla pubblica istruzione Laura Zanibelli, il presidente del consiglio comunale Antonio Agazzi, i rappresentanti dell’Associazione Amici del Montessori Onlus e dal toccante intervento di Atonia Carlino moglie del dottor Garraffo. “Questa serata – ha detto – ha lo scopo di ringraziare la direttrice, le maestre, tutti gli operatori della scuola materna ed il Comune di Crema per l’abbattimento delle barriere architettoniche, in memoria di un nonno che amava i bambini, i suoi nipotini ed in particolare Eleonora, la sua nipotina speciale”.

Di fronte alle navate gremite di gente, l’Orchestra di Fiati del Trillo diretta dal giovane Yuri Boschiroli, stupisce fin dall’inizio con il Te Deum ormai “sigla” dell’Orchestra di Crema, impatto luminoso e d’effetto che introduce il pubblico nel vivo della serata “Aspettando Santa Lucia”, che porta l’affiatata formazione ad interpretare egregiamente lo stile fine e sentimentale dell’Intermezzo dall’opera “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni in cui la frase principale viene affidata al dolce suono del flauto solista che propone un’emozionante ed apprezzata interpretazione della melodia. Il concerto prosegue con Dakota, originale arrangiamento sui temi degli indiani d’America, per poi tornare al raccoglimento del toccante ed ispirato Coro di crociati e pellegrini – “O signore dal tetto natio” dall’opera “I Lombardi alla prima crociata” di cui gli abili musicisti ne delineano i colori caratterizzati dal chiaro riferimento a Nabucco. La prima parte del concerto si chiude con un simpatico arrangiamento su melodie scozzesi di grande energia: Great Highland Pipes.

La seconda parte della serata si apre con l’armonia smagliante della Marcia dall’opera “Ernani” di Giuseppe Verdi. Successivamente l’Orchestra propone una delle pagine più belle e conosciute sempre di Giuseppe Verdi, La vergine degli angeli dall’opera “La forza del Destino”. L’omaggio all’opera verdiana viene momentaneamente interrotto da un affascinante viaggio in treno sulla famosa Union Pacific alla scoperta del caratteristico paesaggio Oregon con l’omonimo brano Oregon, durante il quale l’ascoltatore, lasciandosi trasportare della fantasia incontra indiani, cowboys, cercatori d’oro e vagoni di carbone.

Il brano successivo, pone ancora Verdi al centro della scena, con il Coro di schiavi ebrei dall’opera “Nabucco” meglio conosciuto come Va, pensiero, sull’ali dorate collocato nella parte terza dell’opera dove la famosa aria viene cantata dagli Ebrei prigionieri in Babilonia.

Il concerto si conclude con l’onda sonora e trascinante della Rossini Marche, seguita da applausi scroscianti, nella quale il pubblico ha potuto riconoscere celebri brani dalle opere “Guglielmo Tell” e “Il Barbiere di Siviglia”. A grande richiesta  del caloroso pubblico in piedi, l’orchestra si congeda con due bis.

Molto soddisfatti Paolo Patrini e Denise Bressanelli, rispettivamente presidente e direttore artistico dell’Associazione Musicale il Trillo, organizzatori ed ideatori di Aspettando Santa Lucia. Il prossimo appuntamento è in programma il 21 dicembre, alle ore 21 nella sala Pietro da Cemmo del museo civico del Cremasco, in occasione del Concerto di Natale a favore dell’Associazione Cremasca Parkinson e disturbi del movimento – La Tartaruga Onlus”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti