Cronaca
Commenta

Il cardinale Paul Poupard
cittadino onorario di Crema
Per 20 anni alla guida del consiglio
per il dialogo interreligioso

– il vescovo Oscar Cantoni con il cardinale Paul Poupard

 

Una cittadinanza onoraria non si dà tutti i giorni. Crema ne assegnerà una molto speciale nel prossimo consiglio comunale, che si terrà mercoledì 14 dicembre, al cardinale Paul Poupard. Una cittadinanza che sarà poi festeggiata il 4 febbraio del prossimo anno con una celebrazione ufficiale.

CHI E’ IL CARDINALE

Non è uno sconosciuto per Crema il cardinale francese, ex ministro della Cultura del Vaticano. Da qualche anno nella nostra città esiste, infatti, una prestigiosa fondazione che porta il suo nome. Una realtà che lui stesso era venuto ad inaugurare a Crema il 27 settembre del 2007. Uomo di grande cultura, Poupard ha ricoperto per vent’anni la presidenza del Pontificio Consiglio della Cultura e del Dialogo Interreligioso, un ruolo che ha lasciato proprio nel 2007 a monsignor Gianfranco Ravasi. E alla fondazione cremasca aveva iniziato a lavorare, grazie al suo uomo di fiducia Romano Musumeci, proprio dopo l’abbandono del prestigioso incarico. A Crema erano stati l’ex assessore Vincenzo Cappelli e l’ex procuratore della Repubblica Benito Melchionna a fare da sponda al via dell’attività.

LA FONDAZIONE

La nascita della fondazione era stata al centro di un lungo articolo del prestigioso quotidiano francese Le Figaro, che aveva raccontato la vicenda. Grazie a Poupard in città sono confluiti documenti di importanza culturale, sociale e religiosa notevole raccolti dal cardinale nei vent’anni di presidenza del Pontificio Consiglio della Cultura e del Dialogo Interreligioso.

Bruno Mattei

© Riproduzione riservata
Commenti