Banner728x90_14-0412
    granrondo
Sab 01 Novembre, 2014

    strip_peugeot_nuova_ok

Doppi incarichi, i grillini dicono basta,
ma Agazzi non ci sta:
«Pensino ai problemi di Crema»

30 agosto, 2012   // 29 Commenti

consiglio

Doppi incarichi, il Movimento 5 Stella, terzo partito in città, dice basta. E lo fa con una interpellanza rivolta a sindaco Stefania Bonaldi, perchè prenda posizione o magari arrivi a chiedere ai consiglieri che hanno doppio incarico di fare una scelta. A chiederlo Christian De Feo e Alessandro Boldi.

Si tratta dei consiglieri Agostino Alloni che ricopre anche la carica di consigliere regionale, Antonio Agazzi, che oltre ad essere vice presidente del consiglio di Crema siede anche nei banchi della Provincia, e l’onorevole Alberto Torazzi che si divide tra Crema e Roma.  «Il malcostume tipico della politica all’Italiana di occupare più poltrone da parte delle stesse persone coinvolge anche Crema»  afferma Roberto Schiavini, membro del Movimento 5 Stelle cremasco.

I grillini consapevoli che nessuna legge vieta questi doppi incarichi fanno appello all’etica e si dicono certi che “anche i diretti interessati, avendo a cuore solamente il bene dei cittadini che rappresentano e sapendo di non poter dare il meglio di se stessi se affaticati dai doppi incarichi, saranno ben contenti di liberare una delle due poltrone occupate e dare l’opportunità ad altri cittadini altrettanto capaci di partecipare attivamente alla vita pubblica”.

Una certezza subito smentita dal capogruppo di Servire il cittadino, Antonio Agazzi, che non ha gradito la richiesta e ha subito specificato che il sindaco non può pretendere le dimissioni di un eletto dal popolo. Agazzi sottolinea che in Provincia per via di un decreto del Governo Prodi che vieta il cumulo degli emolumenti, non percepisce nulla. “Costo, quindi, alla collettività quanto appunto Alessandro Boldi o Christian Di Feo del “Movimento 5 Stelle”, nel senso che, come loro, percepisco il gettone dal comune di Crema e solo dal comune di Crema”, specifica. Agazzi quindi si sente a posto, ma specifica che se fosse stato nelle condizioni degli altri due consiglieri, Alloni e Torazzi, cioè “in Regione o in Parlamento mi dimetterei di sicuro dal Consiglio Comunale di Crema, anzi neppure mi sarei candidato: li è davvero un’altra cosa in termini di costo per i cittadini, considerati gli stipendi, che, pare, tuttavia, non siano il vero problema, a giudizio del “Movimento 5 stelle”, almeno leggendo l’interrogazione”.

Secondo Agazzi il tema della crescita della nuova classe dirigente non sarebbe comunque nel suo caso un motivo per dimettersi: primo perchè lui ha solo 44 anni e secondo perchè con la sua lista civica ha portato in consiglio persone nuove.

“Mi permetto di suggerire ai due Consiglieri del “Movimento 5 stelle” di qualificare il proprio mandato elettivo cercando di essere più attivi rispetto ai problemi concreti dei cremaschi, ai temi amministrativi veri”, conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


Tags:

agazzi

alloni

boldi

Bonaldi

crema

de feo

grillini

movimento 5 stelle

torazzi





Potrebbero interessarti anche

I nostri utenti possono esprimere liberamente la propria opinione. Solo i commenti provenienti da utenti verificati andranno direttamente online. Ricordiamo che è necessario attenersi alla Policy di utilizzo di www.cremonaoggi.it, www.cremaoggi.it e www.oglioponews.it: evita gli insulti, le accuse senza fondamento, le volgarità e mantieniti nel tema della discussione insieme alle migliaia di persone che regolarmente ci seguono. La libertà d'espressione è una grande conquista, difendila con un uso appropriato del tuo diritto.
  • green tantra

    io avrei messo cadreghe,e chiappe sulle cadreghe……loro non hanno rispetto del cittadino perchè mai i cittadini dovrebbero averlo per loro ?
    Il consiglio conta di legno e tu rappresentante osservante del pd (direi direttamente interessato !)lo sai benissimo, perchè muovi la tua giunta come mangiafuoco, deliberando senza che il consiglio metta becco.
    Sul fatto che ragazzi di 25 anni abbiano ancora da imparare,spero avvenga senza bisogno di cattivi maestri !!!!!

  • http://www.antonioagazzi.it antonio agazzi

    Per Giovanni Baldesio: depurata di alcuni accenti un po’ troppo severi nei miei confronti ( :-) )la Sua analisi è interessante, anche per certi versi condivisibile. Il non voto dice che c’è un’offerta politica inadeguata, con una sinistra meglio organizzata del campo moderato, reduce da un’esperienza aministrativa a Crema almeno dscutible, ma anche su scala nazionale da ripensare. Cmq, in tale contesto, anche il Movimento 5 stelle a Cremaprende meno voti della civica “Agazzi Sindaco per Crema”, che era una vera civica (11,39 % dei voti,…un po’ i cremaschi l’han compreso!), a differenza di quelle di Bonaldi (una guidata dal Consigliere Regionale del PD!) che hanno prodotto, non a caso, Assessori con in tasca la tessera del PD e han preso molti meno voti della mia, singolarmente…

  • Ted

    Speravo che il M5S portasse nel dibattito argomenti importanti, di spessore politico.. Andate a cercare nell’archivio storico di repubblica e corriere.. Sono argomenti che Forza Italia agli esordi e la Lega Nord usarono fin dal 1993! Che noia, mamma mia! Qualcuno ribatterà e ne sarò ben felice ma il diritto ad annoiarsi è sacrosanto!

    • Mario

      Se questi argomenti,che posso anch’io pensare siano un po’ datati,vengono nuovamente riproposti,la colpa non è certo di due consiglieri 25enni del Movimento 5 stelle ?Non trovi ?
      Io penso che i ragazzi abbiano fatto bene.Prima chiedo al sindaco di invitare ognuno a fare il proprio lavoro (sei consigliere regionale e stai in regione,sei provinciale in provincia )poi cominciamo a parlare di politica nuova e del fare.
      E basta con ci hanno eletto i cittadini,perchè anche cicciolina è stata eletta dagli italiani !!!!

      • Ted

        Infatti cicciolina l’hanno rimandata a casa col voto
        Popolare dopo averne ‘apprezzate’ le inconsistenti capacita politiche.. Si chiama democrazia viva dio!!!

        • Mario

          Dopo 5 anni !

  • http://www.antonioagazzi.it antonio agazzi

    Quando mi mancherà il consenso dei cittadini “toglierò il disturbo”…a due o tre persone che scrivono – spesso nascondendosi – livorose considerazioni su un blog. Non saranno Loro a decidere ma gli elettori. Sono lì da tanto perchè sono tenace nel contrastare la vecchia politica, quella che i vari Lollo difendono e interpretano…ribadisco,…riconoscibilissimi, anche sotto mentite spoglie! :-)

    • Giovanni Baldesio

      Gli uomini di potere hanno confidenza con il termine livore che vedo in ogni dove. I soggetti del loro potere invece conoscono il termine protervia e riconoscono la stizza.
      E’ una risposta piccata, la Sua.
      Ma l’argomento che pone alla ribalta delle nostre considerazioni a me, personalmente interessa tanto.
      Tanto tanto.
      Parliamo del mandato dei cittadini e dell’autorita’ che ne scaturisce.
      Ultime elezioni, quelle amministrative per Crema.
      I Numeri (fonte Mininterno):
      elettori 27029
      votanti 17850
      pari al 66,04%
      Ora, io comprendo che qualcuno abbia avuto un attacco di dissenteria, che i Testimoni di Geova non votano per scelta e che qualcuno era troppo lontano per tornate e comunque il ritorno fosse troppo dispendioso… ma qui si tratta di prendere 3 cremaschi a caso e sapere che uno di quelli NON e’ andato a votare.
      NON e’ andato a votare. Ha rifiutato un diritto!
      Di questi tempi, in cui i diritti si sbandierano e i doveri si tollerano appena.
      Io ci vedo un problema, grave, fondamentale per la legittimazione della nostra DEMOcrazia, poi non so, puo’ essere che il matto sia io, anche se il fatto di chiedermelo significa che non lo sono e invece lo e’ chi non se lo chiede mai, chi ha giustificazioni per ogni cosa.
      I voti, attenzione, non voti validi, solo voti, sono dunque 17850.
      Chi ha vinto, stravinto, il PD e’ il partito che ha preso 3684 voti, non sui 17000 e rotti giacche’ ci sono 200 schede bianche e 575 schede nulle.
      Posto che se la scheda bianca abbia anche un senso, la scheda nulla andrebbe pero’ compresa meglio: perche’ tante nulle? Ignoranza dell’elettorato? non credo proprio!
      Il PD, vincitore ha il 24,14% dei votanti, un altro partito vincitore (!?!) come SEL ha avuto 691 voti pari al 4,52% dei votanti, ricordo che le schede nulle sono appena un po’ di meno.
      Se questa e’ una maggioranza…
      Ma lei e’ minoranza!
      La sua lista civica, e tralascio la trattazione delle liste civiche vero abuso della credulita’ popolare, ha preso 1738 voti l’11,38% dei votanti, 1/3 di chi NON va a votare 3 volte tanto chi ANNULLA la scheda.
      E questa performance giustifica 3 rappresentanti in Consiglio (2 invero + Lei candidato sindaco)
      Non e’ follia?
      Quello che temo e’ che se alle elezioni si presentassero Joker, Landru’, Jack lo squartatore, Badoglio, Attila, Ponzio Pilato, Giuda Iscariota, Giovanni SenzaTerra, Mengele, Vlad, e il Lala Mustafa’ di Famagosta otterrebbero i voti necessari per fare una maggioranza egovernare e una opposizione.
      Si e’ curato tanto la governabilita’ che adesso governano locuste e cimici.
      Vista cosi’ l’elezione non e’ piu’ qualcosa per cui andare fieri: e’ solo la rappresentazione di un mondo malato. Di una brutta malattia.

      Con osservanza.

      • Lollo

        Caro Baldesio lei ha perfettamente ragione io sono tra quelli che sono andati a votare per senso civico,ma non sapevano chi indicare sulla scheda perche’ non si riconoscevano in nessun candidato! Non essendo di sx e’ stato duro mettere una x e onestamente la Bonaldi e’ stato il meno peggio! Parola di un elettore di centro destra! Fin tanto che avremo persone come Agazzi, Beretta ect non andremo da nessuna parte noi del centro destra e la sinistra vincera’ facilmente!

        • Alex

          Io confesso che sono tra coloro che non sono andati a votare perchè sicneramente la Bonaldi non la conosco, mi sembra una brava persona ma sapevo che con troppi pretendenti ai posti (tutte le liste…) avrebbe avuto grosse gatte da pelare.
          Quanto ad Agazzi, non può essere certo lui il portatore di una politica nuova nell’area moderata semplicemente perchè è intriso di quella politica in cui è cresciuto e che evidentemente non è più adeguata.
          Concordo con Baldesio quando dice che sbandierare l’essere eletto dai cittadini è ormai insufficiente (lo faceva anche Berlusconi per giustificare tutto), lòa gente va sempre meno a votare e quindi basteranno i voti di pochi parenti e amici per essere eletti: e questo sarebbe rappresentare davvero la volontà dei cittadini?

    • Mario

      Sono lì da tanto tempo perchè sono tenace ? Direi attaccato alla poltrona !

  • pensiero

    Caro antonio, la polemica non è certo sul compenso. Molto furba la risposta comparsa oggi sulla provincia. Se non ti dimetti tu allora perchè dovrebbero dimettersi alloni e torrazzi? Mi auguro che non siate lì per i soldi ma per il bene comune, quindi lasciare spazio ad altre persone non fa altro che aumentare la sostanza grigia presente in consiglio e portare maggiori idee.
    L’età anagrafica (40 anni) non è certo indicativa di freschezza e giovinezza, ci sono persone giovani ma vecchie dentro…e poi sei li da vent’anni…

  • Bepi

    Cari politici che scrivete qui (nei commenti), perchè non vi aprite un blog personale?
    Così scrivete li tutto quello che volete, quando volete e con la frequenza che volete!!! …e lasciate questi spazi ai vostri elettori!!!

    Cordialmente
    Bepi

  • http://www.antonioagazzi.it antonio agazzi

    ConcentrateVi su Alloni e Torazzi: Loro si che son lautamente remunerati! Il sottoscrito in Provincia fa volotariato puro! quanto a Lollo è un caso umano: Lui non si dimette e chiede le dimissioni altrui. Quanto a competenza…con certi Consiglieri e Assessori che circolano…:-)

    • Lollo

      Caro agazzi non posso dimettermi perche’ non siedo su poltrone ! Ancora una volta hai toppato…. E’ troppo divertente farti cadere in errore e far capire a chi ti ha votato chi sei? Mangi volpe a colazione?

  • Organista

    Agazzi prima ha voluto il nuovo, promuovendo l’elezione del grillino, ora se la prende male… Poverino, lo tradiscono tutti.

  • http://www.antonioagazzi.it Antonio Agazzi

    Lollo hai rotto! E sei riconoscibilissimo!

    • green

      Consigliere cosa fa accetta la rissa?Suvvia, le provincie scompariranno,dia il buon esempio e ammetta d’essere in difetto o di una poltrona o di un paio di glutei!

    • Lollo

      Bisogna saper perdere! Sarebbe piu’ dignitoso fare un passo indietro piyttosto che difendere l’indifendibile! Bisogna pero’ avere la capacita’ di capirlo e un minimo di classe!

    • Lollo

      Agazzi disse Leonardo Da Vinci : chi semina virtu’ raccoglie fama….. Cerca di capirla questa citazione! Per i grillini giustissimo che su una poltrona si sieda un sol sedere, almeno ci saranno altri glutei, magari molto competenti e di buona volonta’ ad occupare varie sedie! Maggior partecipazione e’ sicuramente maggior controllo e competenze! Non vi ho votato pero’ questo lo condivido.

  • Lollo

    Agazzi hai rotto? Liberiamo le sedie per persone capaci…

  • V

    Agazzi difende l’indifendibile.Tra i problemi concreti di Crema c’è sicuramente questo tipo di classe dirigente….altro che movida,rotatorie e sotto o sovrappasso…..Il problema è l’incapacità o doppia incapacità,visto l’argomento,di chi da più mandati ricopre più incarichi e parla,parla,parla………..

  • green tantra

    Liberate la sedia e fate finire la commedia…….Non essendo dotati di due paia di chiappe non capisco come possiate continuare a sedere su due scranni !Certo i cittadini eleggono,ma questi si presentano ovunque pur di far carriera !Chiedete un po’ ai cittadini se a loro va bene quest’andazzo,chiedete se non preferiscono che ogni tanto questa gente non vada anche a lavorare.Certo poi se va male c’è sempre qualche bel cda per essere parcheggiati !!!!!Siete vecchi anche a 40 anni se da 20 anni state li a bivaccare in comune,provincia regione,parlamento portando il paese alla malora.

  • osservante

    Interrogazione al Sindaco per chiedere a dei consiglieri ELETTI di dimettersi? Cioè, secondo questi qua un sindaco può prendere posizione contro dei consiglieri eletti democraticamente dal popolo? Ma può farlo anche contro consiglieri che sparano cialtronate o presentano interrogazioni del genere? No, perchè sarebbe opportuno.

    Ma questi che idea di democrazia hanno? Ma io devo pagare il gettone a gente del genere? Ma andate Aff.. (per restare in tema).

    • green tantra

      Allora paga il gettone ad Alloni in regione (5000?)o a Torazzi (8000?)in parlamento.Tu si che sei un cittadino dormiente ZZZZZZZZZ!

    • http://www.cremasco5stelle.it Christian di Feo

      Caro Osservante,
      non ho problemi a sottolineare la mia completa adesione all’iniziativa (che ricordo non è firmata solo da me e Alessandro Boldi, ma da moltissimi altri cittadini anche se non compaiono – piccolo quesito, provato a dire la tua nel PD, PdL e surrogati? – ).
      Se leggi bene l’interpellanza (ah già, questa testata ha pensato bene di pubblicare un solo pezzo di comunicato, una lunga risposta al comunicato stesso e di non metterla nemmeno in una finestrella in homepage, va beh, se ti andrà di leggerla la trovi qui http://goo.gl/EY9ei ) noi chiediamo al sindaco una posizione, che è ben diverso (nel comunicato stampa era spiegato bene il perchè, ti rimando a CremaOnline per vederlo http://www.cremaonline.it/articolo.asp?ID=18943 ) e sopratutto nessuno ha parlato di gettoni! Anche perché se dovessimo aprire questo discorso non ci fermeremmo più: chiederei ai consiglieri Regionali che fine hanno fatto le firme di ZeroPrivilegi? Ovviamente noi del M5S lo sappiamo, ma i cittadini? Per non parlare dello stipendio stratosferico da parlamentare. Non stiamo parlando di ECONOMIA, ma di OPPORTUNITA’ per altri cittadini. Cosa ben diversa e spesso non chiara nei partiti, evidentemente!

      • osservante

        Non si preoccupi, consigliere. L’ho letta e proprio per quello la trovo fuori tema rispetto alle competenze della Giunta (a cui è indirizzata) e del Consiglio. Senza contare il linguaggio non proprio consono a un testo amministrativo come un’interrogazione. Per esempio, l’utilizzo inappropriato di termini come “casta”, “Partiti Tradizionali” (maiuscolo addirittura), “poltrone” (siam mica al bar, eh), una dichiarazione del Sindaco chiaramente strumentalizzata, nessun riferimento preciso alle norme vigenti. Inoltre, l’ultimo punto del “considerato che” è decisamente ridicolo e lascia intendere che il cittadino è ignorante e stupido e non sa scegliere i propri rappresentanti (questa è la considerazione dell’ “elettorato” che avete?), oltre ad essere accompagnato dall’anatema “non vale la puerile giustificazione “siamo stati eletti dai cittadini” (è puerile il pronunciamento dell’elettorato? Vale anche per chi ha votato Lei e i Suoi colleghi?).
        Infine, nel dispositivo finale, si fa appello al sindaco perchè pretenda “in qualità di massima carica dell’amministrazione, una scelta di campo”. A parte la formula berlusconiana della “scelta di campo” (qui peraltro totalmente inappropriata), trapela una concezione del ruolo del consiglio altamente sminuente, come se un Sindaco potesse disporre a proprio piacimento del Consiglio comunale.

        Mi creda, imparate a non andare fuori tema e a produrre documenti amministrativi consoni e appropriati alle regole e procedure dell’istituzione che avete l’onere di rappresentare. Avete ancora molto da imparare. Forse sarebbe meglio studiare di più e propagandare di meno, per il bene della città.

        Saluti e buon lavoro.

        • green tantra

          avrei messo cadreghe,e chiappe sulle cadreghe……loro non hanno rispetto del cittadino perchè mai i cittadini dovrebbero averlo per loro ?
          Il consiglio conta di legno e tu rappresentante osservante del pd (direi direttamente interessato !)lo sai benissimo, perchè muovi la tua giunta come mangiafuoco, deliberando senza che il consiglio metta becco.
          Sul fatto che ragazzi di 25 anni abbiano ancora da imparare,spero avvenga senza bisogno di cattivi maestri !!!!!

        • pino

          il sindaco non può disporre a piacimento del consiglio ma può esprimere un suo parere in merito….e speriamo che non sia per i doppi incarichi,anche se dopo Martinazzoli ho i miei dubbi.

    ascom163x55jpg associazioneindustriali163x55jpg cna163x55jpg lombardia163x55jpg liberaartigiani163x55jpg asvicom163x55jpg unicatt163x55jpg