Cronaca
Commenta

Quasi 10 mila euro di multa per
il titolare di un locale di Castelleone

La sera del 3 dicembre i Carabinieri della Compagnia di Crema, con il supporto dei Carabinieri del NAS di Cremona, dei Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Cremona e dei Carabinieri Cinofili di Casatenovo (LC), hanno svolto un servizio coordinato di controllo di un locale pubblico di Castelleone. Il servizio, che ha visto l’impiego di diverse pattuglie, era finalizzato sia al contrasto dello spaccio e dell’uso delle sostanze stupefacenti che alle verifiche in ambito sanitario, alimentare e giuslavoristico.

Nel locale i militari sono arrivati in forze e hanno bloccato e identificato titolare e clienti, alcuni dei quali sono risultati pregiudicati. In un secondo momento sono intervenuti gli uomini del NAS, dell’Ispettorato del Lavoro e dei Cinofili per i controlli di rispettiva competenza. Il NAS ha accertato la mancata attuazione delle procedure Haccp, l’omessa vigilanza del divieto di fumo nei locali pubblici e la presenza del precursore per il rilevamento del tasso alcolico non funzionante, per circa 3.000 euro di sanzioni. Invece, i Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro hanno accertato che il titolare ha impiegato due lavoratore “in nero” perché privi di contratto di assunzione e, di conseguenza, di copertura previdenziale e assicurativa. Il titolare del locale è stato sanzionato per poco meno di 10.000 euro ed è stata disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale.

Vicino all’ingresso e in vari punti interni del locale, tra i tavoli, il cane antidroga dei Carabinieri ha trovato più involucri in cellophane tutti contenenti hashish, per un totale complessivo di circa 96 grammi posti sotto sequestro, gettati da qualcuno che utilizza il locale come propria base di spaccio e che, quando ha visto arrivare i militari, ha approfittato della confusione per gettarla. Sono i corso accertamenti relativi all’eventuale superamento della soglia massima di clienti ammessi nel locale.

© Riproduzione riservata
Commenti