Economia
Commenta

12 milioni di fondi Pnrr ai comuni del
cremasco per la transizione digitale

Circa 12 milioni di euro sono in arrivo dal Pnrr sul territorio cremasco per l’area dell’innovazione digitale. Al momento i finanziamenti hanno superato i 9 milioni, ma si stima che si dovrebbe arrivare intorno ai 12 una volta che tutti i comuni avranno presentato i propri obiettivi.

Consorzio.it sta giocando un ruolo chiave nel reperimento di questi fondi, affiancando o addirittura (quando richiesto dal singolo comune) sostituendosi ad alcuni comuni del cremasco per stabilire gli obiettivi e comprendere le reali cifre che potrebbero “atterrare” nelle diverse aree cremasche.

I fondi sono parecchi, addirittura oltre le aspettative, e sarà fondamentale utilizzarli al meglio, costruendo infrastrutture e servizi nella logica della sostenibilità quando l’onda del Pnrr sarà passata.

Al di la della zona cremasca, l’Italia risulta essere il paese che, per distacco, beneficerà maggiormente dei fondi del Pnrr, toccando cifre altissime, vicine ai 230 miliardi di euro. Grazie a questi fondi il nostro paese avrà la possibilità di avvicinarsi il più possibile ad altre realtà europee più all’avanguardia.

Gli interventi riguarderanno la migrazione Cloud, l’esperienza dei servizi pubblici, l’identità digitale, il consolidamento di PagoPa e dell’app Io, ed infine la piattaforma notifiche.

Questo il commento del sindaco di Crema Fabio Bergamaschi: “Questi numeri attestano il percorso di crescita che sta facendo ottenere grandi risultati al territorio. Il tema della digitalizzazione è rispondente a questo solco, abbiamo visto come gli indicatori nazionali ci vedono sempre arrancare sulla modernità, per questo il Pnrr rappresenta un’occasione irripetibile. Abbiamo giocato bene la fase progettuale, ora si apre la grande sfida della concretizzazione. E’ necessario sburocratizzare il paese tramite strumenti di semplificazione ed ottenere coesione sociale nella digitalizzazione che alzi l’asticella delle competenze. Con dimestichezza ci si rende conto che sono passi fondamentali per restare al passo. Vi auguro buon lavoro per la messa a terra degli investimenti”.

Simone Guarnaccia

Servizio di Sabrina Grilli

© Riproduzione riservata
Commenti