Cronaca
Commenta

Oggetti pericolosi, aggressioni
e droga. Arresti e denunce

Il Commissariato di Polizia Statale di Crema, guidato dal vice Questore Bruno Pagani, ha attivato in questi giorni operazioni di controllo a vasto raggio nelle zone maggiormente frequentate e ritenute più sensibili.

L’attività ha portato all’identificazione di 132 persone, al controllo di 39 auto, a 12 posti di blocco stradali, al controllo di 12 esercizi pubblici ed al controllo di 39 persone agli arresti domiciliari.

Durante questi controlli è stato indagato un 47enne marocchino domiciliato nel cremasco per il reato di porto di oggetti atti ad offendere, in quanto trovato in possesso di un tronchese della lunghezza di 30 cm che custodiva nello zaino. Il controllo è avvenuto nelle ore serali, mentre l’uomo si trovava a bordo di un’auto guidata da un connazionale. Essendo irregolare sul territorio nazionale, l’extracomunitario, dopo attività di rito per l’identificazione, è stato messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione della Questura per l’adozione di provvedimenti di espulsione.

Un’altra unità operativa del Commissariato invece, durante un posto di controllo in via Cremona, ha notato un veicolo zigzagare pericolosamente a forte velocità. I militari hanno costretto il conducente a fermare il mezzo ed hanno verificato che l’uomo era in evidente stato di ebbrezza alcolica. L’uomo alla guida, risultato essere un cittadino albanese di 38 anni residente a Pianengo, si è rifiutato di fornire le proprie generalità e successivamente, dopo aver minacciato gli agenti, ha colpito uno di questi con una testata al petto. Il 38enne è stato immobilizzato con grande fatica e tratto in arresto per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, mentre l’agente ferito ha riportato una lesione personale giudicata guaribile in 4 giorni. Nella successiva udienza del Giudice del Tribunale di Cremona è stato convalidato l’arresto e su richiesta della difesa rinviato il dibattimento ad altra data. Il veicolo condotto dal 38enne è stato sottoposto a sequestro con contestuale ritiro della patente di guida in quanto, dall’esame eseguito attraverso l’alcoltest, l’uomo risultava avere un tasso alcolemico pari a 4 volte quello consentito.

Due giovani cremaschi invece, entrambi minorenni, in zona Santa Maria, sono stati trovati in possesso di pochi grammi di hashish, dichiarando di utilizzarli per uso personale. I due, affidati ai genitori, sono stati segnalati alla Prefettura di Cremona.

Infine un giovane di 21 anni, gravato da numerosi precedenti penali in materia di stupefacenti e reati contro il patrimonio, è stato indagato per aver violato il divieto di ritorno nel territorio del Comune di Crema. Il 21enne, sottoposto al provvedimento di Foglio di Via Obbligatorio nel giugno di quest’anno è stato sorpreso durante un controllo in via De Gasperi.

© Riproduzione riservata
Commenti