Politica
Commenta

Comunità Socialista: elezioni,
sostegno a Pagliari e Cottarelli

L’appuntamento elettorale si avvicina e la Comunità Socialista Cremasca interviene con Virginio Venturelli e, per il PSI provinciale, Alberto Gigliotti.

Per gli esponenti socialisti, occorre “vincere lo scoramento diffuso, generato dai contenuti della campagna elettorale e dal riscoperto, distorto, sistema di voto, mescolante norme maggioritarie e proporzionali, senza alcuna possibilità per gli elettori di scegliere disgiuntamente i candidati rispetto alle liste e alle coalizioni di riferimento”, tuttavia è importante partecipare al voto e vincere l’astensionismo.

I socialisti ribadiscono da una parte la contrarietà alle linee programmatiche del centro destra, e dall’altra la delusione per l’assetto del centro sinistra, “con l’asfittica lista PD Italia democratica e progressista, da un lato, ispirata ai valori del socialismo europeo, senza nessun esplicito riconoscimento alla tradizione socialista italiana, e dall’altro, senza l’apporto delle forze laiche riformiste, penalizzante la competitività nei collegi uninominali”.

Per i socialisti cremaschi diventa dirimente nella valutazione delle candidature, la scelta verso quei candidati espressione del territorio, ed in condizioni di poter essere eletti, “contro quelle spudoratamente plurime, garantite e imposte dai partiti”. Da qui, per la Comunità Socialista Cremasca, nasce l’impegno e la volontà di sostenere alla Camera Giorgio Pagliari ed al Senato Carlo Cottarelli, ma senza alcuna preferenza per i partiti collegati, confidando ancora una volta, “nella perseveranza dei socialisti, senza un simbolo ed una lista autonoma sulle schede elettorali – affermano dalla Comunità Socialista – perché all’indomani delle elezioni riprendano a lavorare, ad ogni livello, per la costruzione di un Partito Socialista, all’altezza di affrontare le gravi situazioni sociali ed ambientali in essere”.

i.g.

© Riproduzione riservata
Commenti