Cronaca
Commenta

Lions Crema Host,
appuntamento all’autunno

Si chiude un anno intenso per il Lions Club Crema Host ritrovatosi presso la trattoria Stanga di Casaletto Ceredano per i saluti prima delle vacanze e per fare un bilancio delle diverse iniziative che hanno caratterizzato la presidenza di Riccardo Murabito. Ringraziamenti al consiglio direttivo ed ai soci, per aver contribuito ai services realizzati nell’anno e comunicazione delle linee programmatiche per la nuova stagione, nelle parole del presidente Riccardo Murabito, per il quale è essenziale la prosecuzione dell’azione guidata dai temi Lionistici istituzionali e soprattutto dalla volontà di far fronte alle necessità espresse dal territorio e dalla collettività cremasca.

“Donare sempre gioia agli altri, anche a costo zero, perché il sorriso, l’abbraccio e l’attenzione al più debole fa crescere i valori di una vita orientata al bene e alla onestà”, ha commentato Murabito che, prima di chiudere il meeting ha coinvolto per un saluto Arrigo Fusar Bassini presidente Lions Club Serenissima e il neo referente per la Zona A Terza Circoscrizione, Giuseppe Somma presidente Lions Pandino Il Castello. Il tocco della campana ha concluso l’incontro, con l’omaggio ai presenti del volume promosso dalla Pro Loco di Crema, “A dìla nèta e s’cèta”, risultato di una poderosa ricerca curata da don Pier Luigi Ferrari e dal compianto don Marco Lunghi, che nelle oltre seicento pagine dell’opera racchiude 2500 detti e modi di dire della tradizione cremasca: service culturale e di rilevanza territoriale, a cui anche il Lions Crema Host ha contribuito.

i.g.

© Riproduzione riservata
Commenti