Spettacolo
Commenta

I Camaleonti a Pandino
ricordando Antonio Cripezzi

Si sono conclusi ieri sera a Pandino, i “3 mercoledì d’estate”, con il live de I Camaleonti, storico gruppo della musica italiana, che solo qualche settimana fa ha subito la grave perdita con la scomparsa improvvisa di Antonio Cripezzi, voce e tastierista, più volte ricordato nel corso del live.

I tre appuntamenti voluti dall’amministrazione comunale, in collaborazione con i Commercianti di Pandino, Pro Loco e la Fenice Eventi, hanno coinvolto l’intera comunità in diverse attività. “In queste tre date abbiamo dato spazio alla promozione delle varie società sportive attive sul territorio pandinese, circa una ventina, calcio, volley, basket, arti marziali e tanto altro – dice il sindaco Piergiacomo Bonaventi – Tutti hanno avuto la possibilità attraverso un loro stand di presentarsi”. Ma la manifestazione ha portato a Pandino anche animazione, mercatini, negozi aperti, aggiunge il sindaco Bonaventi, che ringrazia I Camaleonti per la presenza a Pandino, nonostante il grave lutto delle scorse settimane. Un ringraziamento particolare al pandinese, Gian Antonio Merici, in arte Jean Merech, che ha fatto da tramite e che con la sua band, prima del concerto de I Camaleonti ha proposto brani di successo del rock anni settanta, per poi nella parte finale dell’esibizione, salire di nuovo sul palco e suonare assieme agli ospiti della serata.

Da parte loro, I Camaleonti, pur con il pensiero rivolto all’amico e compagno di tanti concerti recentemente scomparso, in piazza Castello hanno proposto una parte del repertorio che portano in giro per l’Italia dalla prima metà degli anni sessanta, tra gli applausi e i telefonini rivolti al palco di tanti appasionati, per alcuni dei quali, quelle canzoni hanno rappresentato la colonna sonora della loro gioventù: L’ora dell’amore, Io Per lei, Applausi, Eternità, solo per citare qualche brano.

Per il vice sindaco Riccardo Bosa, che ringrazia per il supporto organizzativo il personale dell’ufficio tecnico e quello deputato a manifestazioni, fiere e turismo: “Un bellissimo evento, finalmente il gruppo dei commercianti si è unito, ed il risultato è stato quello di avere tantissima gente a Pandino, con la ciliegina sulla torta del concerto de I Camaleonti”. Per il vice sindaco Bosa, che fa un bilancio di questi eventi di inizio estate: “Abbiamo avuto un giugno esplosivo ed un luglio che continua a regalare emozioni, che proseguiranno per il resto dell’estate”. A tal proposito, confermato per fine mese lo spettacolo di Diego Bragonzi, pandinese trasferitosi da un decennio a Parigi, dove lavora nei teatri e nel mondo della cultura, dopo la formazione all’Accademia d’arte drammatica di Milano, al Conservatorio Guido Cantelli di Novara e la laurea in filosofia alla Statale di Milano.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti