Economia
Commenta

Cosmoprof North America 2022 al via,
Ancorotti: “Fiduciosi per ripartenza”

Quasi 80 aziende cosmetiche italiane a Las Vegas, pronte a cogliere le opportunità del mercato USA, seconda destinazione dell’export cosmetico italiano

L’evento leader per l’industria cosmetica nel continente americano, Cosmoprof North America, torna a Las Vegas dal 12 al 14 luglio. La 19esima edizione della kermesse, che si terrà per la prima volta presso il Las Vegas Convention Center, rappresenta un appuntamento chiave per l’industria cosmetica, in particolare proprio per le aziende italiane, che esportano nel mondo oltre il 40% della propria produzione (nel 2021 il valore dell’export cosmetico italiano ha superato i 4,8 miliardi di euro, in crescita del 13,8% rispetto al 2020).

«Dopo la tanto attesa edizione 2022 di Cosmoprof Worldwide Bologna, che a seguito di rinvii e rimodulazioni degli ultimi due anni, ci ha permesso di ritrovarci lo scorso aprile presso il quartiere fieristico bolognese, siamo ora fiduciosi nel guardare alla ripartenza, nella completezza della loro offerta, delle declinazioni internazionali di Cosmoprof – commenta Renato Ancorotti, presidente di Cosmetica Italia – Si tratta di un passo importante per tornare a esprimere sui mercati esteri la forza del sistema cosmetico italiano e le peculiarità dei nostri cosmetici, apprezzati in tutto il mondo per qualità, sicurezza, innovazione tecnologica e creatività».

Un segnale del desiderio di ripartenza, anche attraverso la partecipazione a manifestazioni internazionali del calibro di Cosmoprof North America, arriva innanzitutto dalle aziende: sono quasi 80 le imprese italiane che saranno presenti in fiera. Tra queste circa 50 hanno aderito alla partecipazione in collettiva proposta da ICE-Agenzia, in collaborazione con Cosmetica Italia, e realizzata grazie alle misure straordinarie a sostegno delle aziende italiane per l’emergenza Covid-19: un’opportunità, riservata alle imprese di prodotto finito a marchio o contoterzi, valorizzata anche attraverso una campagna di digital marketing.

Gli Stati Uniti, accanto all’Europa, sono il principale mercato cosmetico al mondo con un valore che nel 2021 ha raggiunto gli 80 miliardi di euro. Le esportazioni cosmetiche italiane verso il Nord America (USA e Canada) rappresentano l’11,6% del totale export per un valore di 563 milioni di euro.

Nello specifico, per l’Italia gli USA sono la seconda destinazione del proprio export, superati solo dalla Francia; il valore dei cosmetici esportati dall’Italia agli USA nel 2021 è stato di 528 milioni di euro: un dato in crescita del 28% rispetto all’anno precedente. Interessante il confronto del flusso delle esportazioni Italia-USA rispetto al 2019, prima della pandemia: in questo caso si registra un +3%, significativo in un’ottica di reazione alla crisi degli ultimi anni.

I cosmetici italiani più richiesti sul mercato statunitense sono i prodotti per la cura di viso e corpo (132,5 milioni di euro, +45,8% rispetto al 2020), seguiti dalla cura dei capelli (129,6 milioni di euro, +18% rispetto al 2020) e dalla profumeria alcolica (127 milioni di euro, +59,3 rispetto al 2020). Non lontano da questi valori anche il make-up che, al quarto posto, raggiunge i 115 milioni di euro, ma a seguito delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, registra trend negativi (-1% rispetto al 2020 e – 23,6% rispetto al 2019).

Nel corso del 2022 si prevede che il fatturato globale del settore cosmetico italiano toccherà valori pre-pandemia, raggiungendo i 12,1 miliardi di euro; analogamente le esportazioni si attesteranno attorno ai 5 miliardi di euro, ritornando ai valori del 2019.

© Riproduzione riservata
Commenti