Economia
Commenta

RC auto, rincari. Codacons:
“E’ una scusa che non regge”

Si è svolta l’Assemblea Ania 2022, l’annuale appuntamento organizzato dall’Associazione per fare il punto sullo stato dell’industria assicurativa. Tanti i temi affrontati quello inerente il possibile impatto dell’inflazione sul costo della rc auto; auspicate in tal senso riforme volte a rendere il sistema più sostenibile nel medio – lungo termine. In particolare si auspica una revisione del bonus-malus, alla modifica dell’imposizione fiscale sui premi ed interventi per la definizione univoca del risarcimento per danni gravi alla persona.

Codacons: “Le compagnie di assicurazioni vogliono usare la scusa dell’inflazione per applicare rialzi delle tariffe RC auto. Peccato che mentre in Italia il numero di incidenti crollava nel 2020 per effetto del lockdown e nonostante le auto siano rimaste sempre più ferme nei garage nel 2021 per i limiti agli spostamenti, i prezzi dell’Rc auto abbiano subito riduzioni minime, con le compagnie che hanno trattenuto buona parte dei profitti generati dalla riduzione dei sinistri del 2020 e 2021. Per informazioni sul tema e segnalazioni contattare il Codacons all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com o al recapito 347.9619322”.

© Riproduzione riservata
Commenti