Politica
Commenta

Toto-giunta: chi saranno i nuovi
assessori scelti da Bergamaschi?

Il ballottaggio è alle spalle, ora per il nuovo sindaco Fabio Bergamaschi è arrivato il momento delle riflessioni sulla nuova giunta da costruire. Un compito tutt’altro che semplice e scontato, anche perché molte delle persone che potrebbero rientrare in questi ragionamenti, fino a poco tempo fa avevano collaborato proprio con lui nella giunta Bonaldi.

“Inizieranno le interlocuzioni politiche in queste ore per arrivare alla giunta, il tutto per attuare al meglio il nostro programma elettorale – ha spiegato ieri Bergamaschi – Voglio dare la mia impronta alla giunta: la scelta sarà davvero impegnativa, abbiamo tanti profili validi e questo è solo un bene”.

Il nuovo sindaco di Crema dovrà scegliere 3 donne e 3 uomini (essendo lui di sesso maschile deve garantire il 40% di quote rosa inserendo 3 donne nella giunta). La più sicura del posto è senza dubbio Cinzia Fontana del Partito Democratico, che ha letteralmente dominato la classifica dei candidati consiglieri ricevendo 341 preferenze.

Sicuro anche Giorgio Cardile di CremaLab che ha portato a casa la bellezza di 218 voti, garantendosi un posto nella giunta Bergamaschi. Da qui in poi, anche per gli incroci tra liste e genere dei candidati, non ci sono certezze.
Potrebbero guadagnarsi la conferma in questa giunta Matteo Gramignoli (134) di Crema al c’entro ed Emanuela Nichetti di Crema Bene Comune (161). Gli ultimi due assessori potrebbero essere Franco Bordo (108) di Crema Aperta e Manuela Piloni (47), attuale segretaria Circolo cittadino PD Crema.

Non vanno assolutamente esclusi, da queste rotazioni, i nomi di Attilio Galmozzi (163) di Crema Bene Comune, di Debora Soccini (103) e di Cristina Piacentini (70) di Crema al c’entro, che restano più in corsa che mai per un posto nella giunta del nuovo sindaco di Crema Fabio Bergamaschi.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti