Politica
Commenta

Misura B2: “Il 45% degli aventi
diritto non sono stati finanziati”

“In Lombardia, in special modo nel cremasco, il fondo di non autosufficienza (Misura B2) continua ad essere insufficiente e le famiglie le cui domande per il fondo sono state ammesse, ma non finanziate per mancanza di fondi, rimangono ancora molte”. Questa la riflessione da cui parte Marco Degli Angeli, consigliere pentastellato di Regione Lombardia. Dopo la Question time in aula (IQT 1325), il consigliere torna in pressing attraverso una lettera all’assessore alla famiglia e Pari Opportunità Alessandra Locatelli, e tramite un’interrogazione alla Giunta e all’assessore competente (di nuovo Locatelli).

Aggiunge Degli Angeli: “Una persona su due non potrà godere dei fondi necessari e utili al proseguimento delle attività fondamentali all’interno della propria quotidianità. Inoltre, l’attuale situazione emergenziale, considerati i rincari del carburante nonché quelli energetici e di primo consumo, incide ulteriormente sulle famiglie con a carico persone con disabilità gravi o anziani non autosufficienti. Per questo motivo – precisa il consigliere – il mio obiettivo è stato quello di provare a sensibilizzare l’assessore sul tema, chiedendo che Regione si faccia parte attiva con il Governo, per la richiesta di ulteriori fondi necessari a coprire la misura e che nel frattempo, in previsione del prossimo bilancio, la Giunta provveda a destinare in autonomia fondi utili a coprire le richieste non ancora finanziate. La stessa attenzione – chiosa – deve essere posta anche da parte dei comuni, che in alcune occasioni si muovono con ritardo anche quando i loro bilanci consentirebbero maggiori contributi”.

Conclude Degli Angeli: “Mi aspetto che le mie richieste vengano accolte dalla Giunta, come già promesso mesi fa. Servono fondi aggiuntivi, oggi più che mai visti gli aumenti che gravano soprattutto sulle tasche delle famiglie già in difficoltà, la questione è inderogabile”.

© Riproduzione riservata
Commenti