Cultura
Commenta

"Scrittori al Parco", il 29 giugno
secondo appuntamento

Mercoledì 29 giugno (ore 21), al parco Bonaldi, secondo appuntamento della rassegna Scrittori al Parco, da quest’anno con il patrocinio del Comune di Crema in quanto evento che rientra nell’ambito di azione del Patto per la lettura, stretto fra Crema citta che legge e gli operatori che, sul territorio, contribuisco alla diffusione dei libri e della lettura.

Sarà un incontro speciale perché per la prima volta non sarà un romanzo il protagonista della serata ma un libro di “cucina”, anzi un libro ideato intorno ad un solo piatto della cucina giapponese: il Ramen.

Casa Ramen però non è solamente un libro: è un ristorante vero, è uno chef, è un’esperienza di vita e una scelta ben precisa. E’ una ricerca continua, appassionata e ostinata per coniugare la tradizione e la modernità, l’oriente e l’occidente. La serata sarà condotta da Alessandra Dal Monte, giornalista, responsabile del mensile Cook del Corriere della Sera. E’ gradita la prenotazione, rispondendo a questa mail oppure con una telefonata o un messaggio WhatsApp al numero della libreria 0373258526.

Gli autori
Luca Catalfamo, chef e patron di Casa Ramen, decide, a trent’anni, di seguire la sua passione per la cucina: viaggia a Sidney, Londra, New York dove assaggia il suo primo ramen restandone folgorato. Comincia lo studio e la ricerca in Giappone per tornare poi in Italia portando un angolo di quel Paese a Milano. E lo fa talmente bene da diventare l’unico chef non giapponese invitato ad aprire un corner al Museo del Ramen di Yokohama.
Chiara Patrizia De Francisci è la responsabile editoriale di Fatto in casa da Benedetta. Milanese con mamma salentina e papà siciliano, è da sempre innamorata del Giappone. Ha una passione smodata per i libri di cucina, deve la sua formazione gastronomica a due cuoche meravigliose: mamma e nonna.

Il libro
Il Ramen è il piatto unico più completo, saporito, bello da vedere e confortante da mangiare della cucina giapponese. Quello della ciotola fumante, ormai, è un rito con sempre più estimatori non solo fra gli appassionati di Giappone. Qui viene declinato in un modo tutto italiano, dando vita ad un vero e proprio capolavoro culinario, cibo per il corpo e per lo spirito.

© Riproduzione riservata
Commenti