Cronaca
Commenta

Tempo di esami:
le creazioni del CrForma

Iniziano domani le prove della maturità anche per i ragazzi frequentanti licei e istituti tecnici e professionali cittadini, ma in realtà c’è già una categoria di studenti, quelli che frequentano i percorsi di formazione professionale, che sta svolgendo da giorni le prove conclusive dei loro indirizzi triennali e quadriennali.

A Crema, sono 174 gli studenti che stanno completando le prove d’esame al CrForma, l’azienda speciale servizi di formazione della Provincia di Cremona, nei numerosi indirizzi attivati presso la sede di via Capergnanica, tra percorsi triennali, a cui si accede dopo la terza media, che portano alla qualifica professionale e quadriennali, che consentono poi eventualmente di proseguire gli studi accedendo al quinto anno del percorso statale: si va dall’area del benessere, dell’acconciatura e dell’estetica, alla meccanica, con i percorsi di riparazione veicoli a motore o carrozzeria, dall’area elettrica, a quella che forma il personale di sala bar.

Un ente di formazione il CrForma, che a Crema negli ultimi anni sta crescendo parecchio, nei numeri e nell’interazione con il territorio cremasco: l’anno formativo che sta per concludersi ha fatto registrare un numero complessivo di iscritti di circa 500 ragazzi, che seguono le lezioni teoriche e laboratoriali presso le aule del Centro di via Capergnanica, recentemente interessato dai lavori per la realizzazione di un murales antismog, iniziativa innovativa, sia per il coinvolgimento diretto degli stessi studenti, sia per la tipologia dei materiali utilizzati.

Talvolta, quando si parla di prosecuzione degli studi dopo la terza media, si omette di menzionare il comparto della formazione professionale regionale, che con l’attuale normativa, si affianca a pieno titolo alle scuole superiori, nel garantire l’assolvimento dell’obbligo scolastico. Negli anni però si registra un aumento del favore di ragazzi e famiglie per questi percorsi formativi, come testimoniano i numeri e la vivacità delle iniziative programmate, pur nella difficoltà di strutture e spazi operativi: alla sede del CrForma di Crema, manca ad esempio uno spazio adeguato dove i ragazzi possono svolgere l’attività motoria prevista dal percorsi formativi. Per i risvolti in ambito sociale, quest’anno nell’offerta del CrForma, di particolare importanza, ad esempio, il percorso sulla dispersione scolastica, all’interno del progetto Fuori classe, grazie all’Avviso di Regione Lombardia “Garanzia Giovani – Dispersione Scolastica”, che sta consentendo ad un gruppo di ragazzi che per varie ragioni erano usciti fuori da percorsi scolastici e formativi, di poter ritrovare motivazione ed entusiasmo, acquisendo competenze utili per entrare in modo consapevole nel mondo del lavoro, attraverso il completamento in questi giorni del percorso formativo. Tra le tesine preparate dagli allievi dei vari indirizzi, c’è chi unisce alla competenza ed alla conoscenza degli argomenti trattati a lezione, la creatività che solo la passione per quello che si sta facendo favorisce. È questo il caso di Simone Bombelli, della classe terza, operatore elettrico, che ha ricevuto i complimenti da parte di tutti, per la realizzazione di un impianto elettrico di un bar in miniatura. “Ho deciso di realizzare questo progetto perchè nello studiare norme e tecnologia, in particolare l’illuminotecnica dei bar, sono rimasto affascinato e così ho deciso di riprodurre in scala i vari ambienti e l’impianto elettrico”, ha detto Simone nel corso della presentazione del suo lavoro. Dalla progettazione degli schemi elettrici, a quella degli ambienti, la sala principale, la sala da tè e i bagni, niente è stato lasciato al caso, compreso l’adattamento dei diversi punti luce secondo i criteri di illuminotecnica, con la previsione di una luce più intensa in alcune zone e meno in altre. E per Simone, l’appuntamento è già per il prossimo anno, quando per gli esami previsti in quarta, promette di implementare il suo modello, pensando già a come poter utilizzare fonti energetiche rinnovabili.

Per la direttrice della sede di Crema del CrForma, Chiara Capetti, la soddisfazione per la possibilità data ai ragazzi di tornare a svolgere in presenza le prove d’esame, ed in particolare, la parte laboratoriale, cuore pulsante dell’offerta formativa dell’ente: “Manca ancora qualche giorno, ma il bilancio per la sede di Crema è decisamente positivo, i ragazzi stanno facendo emergere tutto il loro saper fare – commenta la direttrice – come nel caso di Simone della terza operatore elettrico, che ha portato un capolavoro, completando il suo brillante percorso, corredato delle oltre 400 ore annuali di tirocinio formativo in azienda”.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti