Cronaca
Commenta

Al Galilei il ricordo dei
docenti Scandolara e Pamiro

La famiglia del Galilei ieri ha voluto dimostrare un segno tangibile dell’apprezzamento di tutta la comunità scolastica, verso due insegnanti che ci hanno lasciato qualche anno fa, ma che continueranno ad essere presenti nella scuola di via Matilde di Canossa, grazie all’intitolazione di due laboratori: al prof. Remo Scandolara, il laboratorio di fisica e al collega Mauro Pamiro, il laboratorio di informatica.

Prima della scopertura delle due targhe, oltre ai famigliari, tra cui i genitori di entrambi i docenti scomparsi, sono intervenuti alcuni docenti ed ex docenti del Galilei, che ne hanno ricordato la figura e l’impegno per la scuola, il consigliere regionale Matteo Piloni, il consigliere comunale Manuel Draghetti, nella doppia veste di collega e studente del prof. Pamiro e Don Remo Tedoldi che è stato docente di religione. Hanno portato i loro saluti anche il rappresentante degli studenti, Gabriele Fasitta ed altri ospiti, come Nino Antonaccio, storico e appassionato docente del Galilei e ora presidente del Centro Ricerca Alfredo Galmozzi.

“È stato un momento toccante, con tanta emozione e commozione da parte di tutti”, ha detto la dirigente scolastica Paola Orini, che ha rimarcato quanto espresso dai familiari dei due docenti, per i quali la scuola ha rappresentato la loro casa, il punto di riferimento. “Con questo piccolo gesto, il Galilei li ha voluti omaggiare e trasferire il loro ricordo alle future generazioni”, ha concluso la prof.ssa Orini, specificando che, quando d’ora in avanti, gli studenti entreranno nei due laboratori dedicati ai proff. Scandolara e Pamiro, soprattutto coloro che non hanno avuto la possibilità di conoscerli, avranno la curiosità di approfondire le motivazioni alla base di queste intitolazioni, e scopriranno quanto bene hanno fatto i due docenti nel loro percorso professionale presso l’istituto Galileo Galilei di Crema.

Alcuni brani musicali interpretati dai docenti Luca Sorini e Gabriele Visentin e dalla studentessa Sofia Maioli, hanno preceduto la cerimonia. I rappresentanti degli studenti hanno ricordato l’impegno di alcuni loro compagni, che volontariamente durante le vacanze pasquali hanno provveduto a colorare le pareti del laboratorio di informatica di verde, giallo, blu e rosso. Commossa la risposta della famiglia del prof. Pamiro: “Dal cielo, Mauro sarà contento”.

i.g

© Riproduzione riservata
Commenti