Politica
Commenta

Salini a Crema per celebrare
la giornata per l’Europa

La ragione d’essere dell’Europa è quella di non lasciare sole le persone ed i popoli dei Paesi membri in momenti come questi.

Il 9 maggio rappresenta la giornata dell’Europa: la data segna l’anniversario della storica dichiarazione in cui l’allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman espose l’idea di una nuova forma di collaborazione politica in Europa, che avrebbe reso impensabile la guerra tra le nazioni europee.

Proprio la proposta di Schuman è considerata l’atto di nascita di quella che oggi è l’Unione europea. Quest’anno la data ricorre in un periodo in cui la pace e l’unità delle nazioni è messa seriamente a rischio, come testimoniato dalla delicatissima situazione in Ucraina.

Un momento in cui proprio l’Unione Europea deve essere abile nell’affrontare la sfida Ucraina, paese che vorrebbe entrare nella stessa Unione Europea.

La Festa dell’Europa è stata celebrata anche nella Sala Alessandrini di Crema ed organizzata dall’Istituto Galiei.

Forte la partecipazione degli studenti che rappresentano il futuro dell’Europa, presente anche l’europarlamentare Massimiliano Salini: “L’Europa nasce per star di fronte alla drammaticità di eventi come questo. L’Unione non deve lasciare soli i popoli degli Stati membri. L’Ucraina è una sfida enorme. Oggi l’Europa, per essere all’altezza, deve essere sè stessa, fedele a ciò che l’ha originata”.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti