Politica
Commenta

Una cena per Simone Beretta,
tanti personaggi politici presenti

Ieri sera, venerdì 6 maggio, si è tenuta la cena a sostegno del candidato sindaco di Crema Simone Beretta.

Oltre 90 persone presenti, definite da Beretta “generose e gentili”. Il candidato ha confermato con ancor maggior convinzione che “nulla è precluso rispetto all’obiettivo finale” ed ha invitato i presenti a “fare rete” per il tempo che resta da qui al 12 giugno.

“Si vince insieme – ha sottolineato il candidato – amiamo così tanto la nostra Crema ed il cremasco da avvertire il diritto e il dovere di chiedere il consenso ai cittadini per rimettere in sesto un motore inceppato da un’amministrazione che ha privato la nostra città ed il nostro territorio di visione strategica”.

Beretta ha voluto accanto la figlia Gisella che da sempre definisce suo padre “un sognatore”, un “Peter Pan”, ma gli riconosce però di avere “una passione genuina e disinteressata per la politica e un’importante ed efficace esperienza amministrava”.

Presenti all’incontro molti candidati della lista civica, compresi Bettinelli e Palumbo che in mattinata avevano portato in dote a Beretta l’appoggio di Italia al Centro di Toti, presidente della regione Liguria e Brugnaro, sindaco di Venezia.

Ha poi preso la parola il Senatore Paolo Romani di Italia al Centro, che ha definito la candidatura “datata a partire dall’avvento al potere dei 5 Stelle con la Lega, e poi dei 5 Stelle con il PD ed infine di un Governo di larghe intese”.

Il Senatore ha proseguito: “Con il Presidente attuale del Governo, la buona politica e la buona amministrazione hanno dimostrato che in certe circostanze è necessario essere aperti a nuovi e necessari scenari per il bene comune. Credo proprio che Simone si stia muovendo con queste ambiziose modalità, che sono un po’ anche il DNA di Italia al Centro che sceglie, diversamente dal passato, di partire dal basso e salire federalmente al vertice. Vicini alle persone e alle comunità e con i leaders che meglio rappresenteranno questo nuovo sentire”.

© Riproduzione riservata
Commenti