Cronaca
Commenta

Danni ingenti per la ditta
Orsomago Borella di Agnadello

Un intero capannone di giocattoli della ditta Orsomago Borella, della zona industriale di Agnadello, è andato a fuoco ieri sera.

Ingenti i danni per l’azienda in cui lavoravano diciotto dipendenti che, la mattina seguente, si sono recati davanti all’azienda in cui stanno ancora lavorando i Vigili del Fuoco. Ignote, per ora, le cause dell’incendio.

Verso le 20, quando tutti i dipendenti erano ormai rincasati dal lavoro, è scoppiato un incendio nel magazzino che, nel giro di poco tempo, è divampato divorando tutto il materiale, per la maggior parte altamente infiammabile.

Il magazzino conteneva infatti giocattoli in legno, cartone o peluche. L’azienda opera da vent’anni sul territorio, importando giocattoli dall’estero che rivende sul territorio nazionale.

Le fiamme, partite dal capannone del magazzino, si sono poi propagate verso gli uffici e colonne di fumo hanno iniziato ad uscire dal tetto allarmando la gente del paese.

Una nota del Comune di Agnadello su Facebook invitava gli abitanti a chiudere le finestre ed a rimanere chiusi in casa.

Grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco (sono entrate in azione sette squadre di cui due di Cremona, due di Crema e tre di Treviglio) le fiamme sono state domate, impedendogli di estendersi anche al capannone adiacente a quello coinvolto dall’incendio.

Questa mattina i pompieri con gli idranti cercavano ancora di sedare alcuni focolai. Una volta entrati nel capannone potranno capire da dove si sia originato l’incendio, le cui cause per ora rimangono ignote.

Il magazziniere Angelo, chiamato appena è scoppiato l’incendio, ritiene che non ci sia all’interno materiale ad alta tensione, ma solo delle canaline che portano luce alle plafoniere.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Bagnolo Cremasco e Pandino. I danni riportati dalla ditta Orsomago Borella sono molto ingenti.

© Riproduzione riservata
Commenti