Cronaca
Commenta

Crema agli Stati Generali del
Turismo Lgbt. Nichetti: "Un onore"

Anche l’Amministrazione di Crema è stata invitata, tramite la partecipazione dell’assessora alla Cultura, Turismo e Pari opportunità Emanuela Nichetti, agli Stati Generali Europei del Turismo LGBTQ+: un evento al Teatro Elfo Puccini, organizzato da AITGL sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, il patrocinio di Federturismo Confindustria, Comune di Milano e IGLTA, che ha preparato il terreno al IGLTA Milano 2022, 38esima Convention Mondiale del turismo internazionale LGBTQ+ che si terrà per la seconda volta nella sua intera storia in Italia, dal 26 al 28 ottobre.

Scopo della giornata tematica era quello di fotografare il settore e porre l’attenzione sul valore di questo mercato in Europa, sulle normative che lo riguardano, sulla sostenibilità sociale ed economica: come anche Crema ha imparato con il fenomeno cineturistico di Call Me By Your Name, Il turismo LGBTQ+ ha un fatturato rilevante – 2,7 miliardi di euro in Italia e oltre 75 miliardi di euro in Europa – ed è, come sottolinea l’assessora Nichetti, “un fautore di cambiamenti fondamentali per la sostenibilità sociale prevista tra gli obiettivi Europei dell’Agenda 2030”.

“Un onore per Crema e per la nostra Amministrazione essere stati invitati da Alessio Virgili ed Andrea Cosimi”, commenta Emanuela Nichetti. “Sotto la guida del presidente di AITGL sono intervenuti sugli importantissimi temi dell’inclusività e dell’accoglienza turistica la direttrice Europa di UNWTO, Alessandra Priante, il sindaco di Milano, Beppe Sala, l’assessora al Turismo del Comune di Milano, Martina Riva, il presidente ENIT Giorgio Palmucci, l’eurodeputato della Commissione TRAN e dell’intergruppo LGBTI Mario Furore, il segretario generale della European Tour Operator Association (ETOA) Tim Fairhurst, il vice presidente e coordinatore di IGLTA Europa, Clark Massad oltre a Marina Lalli, presidente Federturismo Confindustria, Ivana Jelinic, presidente Fiavet-Confcommercio in rappresentanza di ECTAA per l’Italia, Magda Antonioli, docente Università Bocconi e vicepresidente della Commissione Europea del Turismo, e Alessandro Cecchi Paone, giornalista e divulgatore. Molte le testimonianze di presidenti e consiglieri di enti nazionali di Paesi europei in cui l’accoglienza del turismo LGBTQ+ ha già fatto passi da gigante”.

In chiusura della giornata, Giovanna Ceccherini ha presentato il Protocollo per il turismo inclusivo Diversity and Inclusion – il primo in Italia dedicato all’ospitalità e alla valorizzazione dell’inclusione sociale che ha ottenuto la prestigiosa validazione RINA – a cui il Comune di Crema e il Comune di Milano, oltre all’ENIT e ad alcune importanti catene alberghiere, hanno già aderito.

© Riproduzione riservata
Commenti