Cronaca
Commenta

Giornata della scienza:
il successo del Racchetti-da Vinci

Conclusi in Sala Pietro da Cemmo gli eventi organizzati dal Liceo Racchetti-da Vinci, nell’ambito della Giornata della scienza, tra conferenze, mostra laboratorio e concorso letterario “OperazioneQfwfq.

La mia Cosmicomica”, le cui premiazioni hanno fatto calare il sipario all’edizione di quest’anno. Un’edizione ricca di incontri, sia in streaming a scuola, che in presenza in sala Pietro da Cemmo, programmati dalle docenti organizzatrici, Camilla Cervi, Elena Ferrari ed Elena Parolari.

I chiostri del Centro Culturale Sant’Agostino hanno accolto i numerosi visitatori della mostra-laboratorio, che ha
impegnato gli studenti nella presentazione dei vari lavori.

“Significativa la scelta del Centro Culturale Sant’Agostino – ha detto il preside Claudio Venturelli – perchè perno della nostra città, propulsore di una scuola che non è chiusa in se stessa, ma si apre al territorio”.

Quanto al concorso letterario, coordinato dalla docente Barbara Pagliari, anima e animatrice dell’iniziativa, come ha specificato il preside, i ragazzi si sono cimentati con la scrittura creativa, partendo da un argomento scientifico, ed usando la scienza in un gioco narrativo nuovo e sfidante, che ha prodotto una trentina di racconti.

Non semplice il lavoro della giuria, composta oltre che dal dirigente scolastico, da Marco Maggiora dell’Università di Torino, Elena Rausa del Liceo “Frisi” di Monza, Emiliano Bertin dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Emanuela Nichetti, assessora alla cultura e storica docente della scuola, e Lorenzo Sartori, direttore artistico del Festival letterario InChiostro, che nell’edizione del prossimo giugno dedicherà un momento a questa iniziativa del Racchetti-da Vinci.

Attestati di partecipazione per tutti, e premi per i seguenti allievi: primo posto ex aequo, per i due racconti di Michela Baini e Alessandro Marchesi, entrambi della classe 4 D scientifico; secondo posto per il racconto scritto da Giulia Brognara e Noemi Capelli della 2 E scientifico; terzo posto per Margherita Del Fabbro della 5 B scientifico e quarto posto per Giulio Anastasia di 4 D scientifico. Menzione speciale per Ginevra Bonetti della 1 E scientifico, la
partecipante più giovane, di buon auspicio per l’impegno delle ragazze nelle discipline Stem. Fuori concorso, premio InChiostro a Asia Dossena della classe 5 B classico.

Per il dirigente scolastico Claudio Venturelli, una sfida che è stata vinta, per una due giorni intensa e variegata, il cui programma ha spaziato dalla fisica, alle scienze naturali, al concorso letterario, con una numerosa partecipazione da parte dei cittadini.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti