Cronaca
Commenta

Pioggia di fondi sul cremasco dal
Piano Lombardia: 11 interventi

Nella foto, lo striscione della Lega mostrato qualche settimana fa all'ingresso del cantiere per il sottopasso di viale santa Maria, una delle opere finanziate dalla Regione

La Regione potenzia il Piano Lombardia e stanzia ulteriori 128 milioni di euro per realizzare 116 infrastrutture necessarie ai territori. La Giunta regionale, infatti, ha approvato una maxi delibera per finanziare nuove opere nell’ambito del programma di investimenti per le opere pubbliche voluto dal presidente Attilio Fontana.

In provincia di Cremona è stato stanziato un totale di 53.542.048 euro. I finanziamenti per nuovi interventi ammontano a 3.268.048. Gli interventi totali sono 41, 12 quelli nuovi, 11 dei quali sul cremasco (solo uno sul cremonese, la pista ciclopedonale di Pescarolo).

“Si tratta – spiega il presidente Fontana – di uno sforzo supplementare che si aggiunge ai fondi già messi in campo col Piano Lombardia dall’agosto del 2020. Siamo concretamente accanto ai territori, finanziando opere che altrimenti sarebbero rimaste solo sulla carta. Risorse significative che favoriscono lo sviluppo e la ripresa della Lombardia, anche in un contesto che resta difficile per i motivi che conosciamo. I finanziamenti regionali sbloccano cantieri, attivano un processo virtuoso per l’economia locale. E soprattutto incidono sulla qualità della vita dei lombardi, rendendo per esempio la mobilità più efficiente e sicura”.

“Seguendo la linea tracciata dal nostro presidente Fontana – evidenzia l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi – continuiamo a sostenere la ripresa del territorio attraverso il finanziamento degli interventi richiesti dagli enti locali”.
In particolare, per i progetti di diretta competenza dell’assessorato alle Infrastrutture sono stati appunto destinati ulteriori 127.928.019 euro. “Con il Piano Lombardia – rimarca Terzi – stiamo immettendo ingenti risorse su tutto il territorio. Abbiamo anticipato il Pnrr riaccendendo immediatamente i motori della Lombardia, dopo le pesanti ricadute determinate dalla situazione pandemica. Il nostro Piano è una spinta, un supporto per gli enti locali affinché realizzino opere e servizi necessari. Ricordo che, come Regione, abbiamo un ruolo importante nel percorso di miglioramento della vita dei nostri cittadini, perché stanziamo i fondi per grandi interventi ma anche per opere che forse possono apparire minori, ma che in realtà non lo sono. Inoltre, noi ci facciamo carico anche di un ruolo di coordinamento, di convergenza, tra gli attori coinvolti perché si lavori di concerto per i cittadini”.
Nei 127.928.019 euro di incremento del Piano Lombardia approvato dalla Giunta regionale, sono ricompresi 35.405.000 euro di risorse aggiuntive destinate ad alcuni interventi già previsti dal Piano.

© Riproduzione riservata
Commenti