Politica
Commenta

La Lega rivendica: "Sottopasso
viale S.Maria, grazie alla Regione"

In attesa di un candidato unitario del centrodestra per le elezioni di primavera, la Lega avvia la campagna elettorale rivendicando l’impegno di Regione Lombardia per le infrastrutture sul territorio. Lo fanno il consigliere regionale  Federico Lena e il commissario di sezione Lorella Pastori, per una delle opere di maggiore impatto sulla viabilità cittadina, il sottopasso di viale Santa Maria della Croce per cui sono stati stanziati 1,7 milioni.
“Regione Lombardia – afferma Lena –  risolve un’annosa questione relativa al traffico di Crema. Si punta spesso il dito verso  Palazzo Lombardia ma poi, quando servono le risorse economiche, è sempre mamma Regione che ci mette
una pezza. Una volta di più, la Giunta Fontana apre il portafogli e arriva in soccorso del nostro territorio. Ci rifletta, chi di mestiere sa solo criticare”.
“Grazie a questo importante stanziamento si mette la parola fine ad una polemica che si trascina ormai da cinquant’anni. L’opera era attesa da molto tempo dai cittadini cremaschi e dai molti viaggiatori sino ad ora penalizzati dalle barriere ferroviarie”, spiega il consigliere leghista.
“Oltre a velocizzare il traffico”, conclude Lena, “i lavori permetteranno anche di riqualificare la stazione ferroviaria e, una volta terminati, renderanno più sicura la viabilità su gomma e meno gravosa la vita dei pendolari e degli automobilisti. Ancora una volta, Regione Lombardia a guida Lega ascolta le richieste dei nostri cittadini e soldi alla mano risolve problematiche su cui altri sono assenti ingiustificati”.

“L’aiuto di Regione Lombardia – aggiunge Pastori – è stato determinante per arrivare a concretizzare questo progetto. L’attuale amministrazione comunale si dimentica troppo spesso delle preziose risorse stanziate in questi anni per la nostra città dalla giunta Fontana, un vero esempio di buongoverno. E’ infatti grazie all’attenzione sempre alta di Regione verso il nostro territorio, e ai tanti contributi erogati da Palazzo Lombardia, che si sono potute risolvere innumerevoli problematiche locali”.

© Riproduzione riservata
Commenti