Lettere
Commenta

È volata in cielo Ester (Rina) Carubelli…

da Antonio Agazzi

Nella ‘Signorina Carubelli’ rivedo una delle tante figure esemplari del laicato cattolico che sono approdate direi naturalmente dal servizio ecclesiale all’impegno politico e amministrativo nelle istituzioni; un impegno vissuto in un’autentica logica di generosa dedizione, declinato attraverso la ‘militanza’ in quel grande partito laico d’ispirazione cristiana che è stata la DC. In precedenza, la responsabilità al vertice delle Acli e poi la fondazione del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL). Passaggi storici contrastati, per non dire laceranti – negli anni ‘70 del secolo scorso -, non privi di momenti di vera sofferenza per chi li ha vissuti intensamente, ma da Lei affrontati con grande fermezza nell’ancoraggio ai valori cristiani cui era stata educata e con indiscutibile signorilità nei rapporti umani, sempre preservati grazie alla capacità di andare oltre le frizioni esasperate di un tempo complesso. L’impegno nel mondo della scuola e nel sociale, il tratto elegante e cordiale, la rasserenante dolcezza del Suo sorriso penso siano elemento comune nel ricordo di tanti. Anche una volta lasciato l’impegno pubblico personale e diretto, non ha mai smesso di interessarsi alle vicende politico amministrative, segno di una passione civile profonda e autentica.

Arrivederci, carissima Ester (Rina) Carubelli, hai avuto il privilegio di una lunga esistenza (97 anni) sostenuta da grande passione per il bene comune, ispirata ai valori democratici e cristiani, rappresentati anche in seno al Consiglio Comunale di Crema, nel Gruppo consiliare della DC, e in Giunta, come Assessore alla Cultura: ora hai raggiunto, in cielo, la Tua/nostra amica Luigina Cadregari, il carissimo Dott. Camilo Lucchi – comune punto di riferimento – e tanti altri amici con cui hai condiviso le ragioni di un onesto impegno civile… Grazie di tutto!

Antonio Agazzi

© Riproduzione riservata
Commenti