Sport
Commenta

Crema vince 55-57 al PalaRadi e
si conferma bestia nera della Juvi

JuVi Cremona: Miovanovikj 10, Bona 6, Nasello 4, Tonello N.E, Fumagalli 5, Vacchelli (C), Giulietti 3, Sipala 3, Preti 16,Gobbato 8

Pallacanestro Crema: Del Sorbo (C) 8, Seck 2, Russo N.E, Konteh 2, Bianconi 3, Esposito 11, Sanchez N.E, Venturoli N.E, Montanari 20, Galvano N.E, Ziviani 4, Cernivani 7

Crema si conferma bestia nera della Juvi e conquista la vittoria al PalaRadi per 55-57. La Juvi spreca il super parziale di Preti, 16 totali di cui 14 nell’ultimo periodo. Montanari è monumentale e porta i cremaschi alla vittoria grazie ai 20 punti.

Al PalaRadi è 12-11 dopo un primo quarto con tanti errori e disattenzioni. L’intensità difensiva Juvina è efficace, ma inutile nel momento in cui non si riescono a fare canestri in attacco: dall’arco Cremona fa 0/4 e 3/9 da due. Migliore invece Crema che parte lenta e aggancia solo sul finale con l’unica tripla a referto dei primi 10 di gara.

Il secondo quarto è a firma cremasca: i rosanero concedono due punti alla Juvi e si portano sul 2-11 di parziale (14-22). Serve la scossa di Milovanovikj (miglior scorer a 7 punti) per accorciare le distanze: il primo tempo si chiude 19-23. Crema fa la gara in difesa, forte delle brutte percentuali al tiro della Juvi, 16.7% dal campo.

Di rientro dagli spogliatoi è la Juvi a convincere di più: crescono le medie al tiro , cresce Bona e Milovanovikj si porta a 10 punti e 6 rimbalzi. Per Crema ci sono Montanari ed Esposito a reggere l’ulto permettendo comunque un 37-33 alla mezzora.

In apertura del quarto periodo 6 punti in due possessi di Preti aprono così parziale di 6-0 e che vale il massimo vantaggio juvino di 43-33. Il numero 17 juvino prosegue sul solco tracciato ad inizio quarto portandosi a 14 punti segnati in un periodo e allunga 51-40. Un blackout dei padroni di casa riporta i cremaschi a -1 con 1 minuto e mezzo da giocare. I rosanero vanno avanti sorpassano con Montanari (20 punti)  55-57, la preghiera allo scadere di Bona non va a segna e consegna la vittoria a Crema.

Lorenzo Scaratti

© Riproduzione riservata
Commenti