Lettere
Commenta

E il sindaco continua a stupire: Finalpia
non vuole proprio sia la sua partita

da Laura Zanibelli - consigliere Gruppo consiliare Forza Italia Crema

Ho potuto seguire  la registrazione disponibile della commissione di garanza sul caso Finalpia, non essendone commissario.

Mi sento di ringraziare il CDA per la disponibilità a partecipare, in quanto professionisti che dedicano tempo e competenze per cercare di sgarbugliare una brutta matassa.

Chiaro che, a trattative in corso con HYMA, il CDA non potesse dire molto di più di quel che ha detto: chiunque segua trattative sa quanto sono delicate le dichiarazioni a mezzo stampa.
Per questo il sindaco ha ancora una volta dimostrato di giocare una brutta partita.
Se, come dichiara lei stessa e non c’è motivo di dubitarne, dal suo insediamento il CDA è a stretto contatto col sindaco, il sindaco doveva anticipare al Presidente che non poteva chiedere  200.000 € al comune, facendogli fare una magra figura in Commissione; si sapeva già prima e lo sapeva lei stessa .
E proprio perché  “i momenti di confronto sono stati costanti già dalle prime settimane” col CDA, doveva essere lei stessa a rispondere alla commissione di garanzia o alla capigruppo, in quanto responsabile della nomina del CDA di ora così come del CDA  precedente e soprattutto dell’indirizzo politico dato agli stessi.
Aveva sicuramente gli elementi tecnici che poteva trasmettere, senza mettere in condizioni il CDA di non poter rispondere a domande, ovvie, che qualsiasi consigliere avrebbe fatto.
Non può a seconda del bisogno mascherarsi dietro il fatto, oggettivo, che la Fondazione è autonoma, e poi dire che lavorano a  stretto contatto o in prima persona scendere in campo per una raccolta fondi, peraltro chiesta dal Presidente in commissione, o non preoccuparsi che il patrimonio cremasco della Fondazione stimato in 10 mln €, come da bando di gara, pochi mesi fa, ora sia indicato per 6,7 mln, senza colpo ferire. Sulla base di quale nuova perizia? Pagata da chi, visto che la prima perizia è stata possibile grazie ad un contributo a rendere da parte del comune?
Non si posso avere dubbi su  HYMA e poi nulla dire riguardo la posizione che si intende sostenere verso la stessa, certo su base non confidenziale, come se tutto scivolasse.
Perchè non crediamo proprio che le scivoli…..
D’altro canto sin dalla capigruppo in cui il sindaco illustrava lo stato di Finalpia alle dimissioni del precedente CDA ho chiesto di ricevere documentazione a riprova della valutazione fatta su HYMA da parte di Consorzioit,  prima della assegnazione del contratto, e dopo ben più di un mese siamo ancor qui ad aspettare.
Così come sempre da allora abbiamo chiesto quali riscontri tecnici ci fossero alle specifiche obiezioni avanzate da HYMA e ancora nulla si è saputo.
3 domande (nuovo valore patrimonio, valutazione su HYMA e riscontri tecnici allo stato di fatto della struttura) che attendono , fra altre, risposte precise e documentabili.
La partita è una partita della città, di cui i CDA rispondono direttamente ma di cui il sindaco non può pensare di non rispondere politicamente.

© Riproduzione riservata
Commenti