Cronaca
Commenta

Covid: 73 pazienti ricoverati a
Crema. Riservati il 3° e il 6° piano

Sono 73 i pazienti Covid ricoverati all’ospedale di Crema, dei quali 15 si trovano in terapia semi-intensiva, con insufficienza respiratoria. Altri 19 pazienti sono invece all’ospedale di Rivolta d’Adda, in uscita dalla malattia, ma ancora positivi.

Per ora il nosocomio ha riservato il 3° e il 6° piano ai pazienti positivi, riducendo i ricoveri programmati che potevano essere rinviati. Restano ovviamente presenti le attività di oncologia, neurologia e cardiologia. “I ricoveri purtroppo sono in aumento – commenta il direttore sanitario dell’Asst di Crema, Roberto Sfogliarini – e non sappiamo se la curva delle ospedalizzazioni crescerà”.

2148 i positivi segnalati all’Asst, di cui 230 seguiti al domicilio dalla centrale multiservizi. Ciò che sottolinea Sfogliarini è la differenza dell’infezione tra popolazione vaccinata e non vaccinata: “I positivi tra i vaccinati sono 1 su 90, tra i non vaccinati, 1 su 10. Chi ha eseguito la profilassi – prosegue il DS – generalmente non ha gravi conseguenze, e il decorso della malattia avviene a casa. Certo, nei pazienti anziani e/o con patologie pregresse rischia di più”.

Per questo la comunità medica e scientifica insistono sull’importanza della vaccinazione. L’hub cremasco prosegue il proprio lavoro a pieno regime: “Ogni giorno inoculiamo tra le 1700 e le 1800 dosi, bambini compresi, che si sono presentati in numero elevato”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti