Scuole
Commenta

Open day alla Gallotta: laboratorio
a "cielo aperto" dello Stanga

Un sabato di sole ha fatto da cornice per il primo Open day della Gallotta, l’azienda agraria della sede di Crema dell’Istituto Agrario Stanga di Cremona. Numerose le adesioni dei ragazzi di terza media, che stanno completando le attività di orientamento in vista delle iscrizioni alla classe prima, il cui termine resta fissato per venerdì 28 gennaio, secondo le ormai consuete modalità online sul sito del ministero (ulteriori informazioni al link https://www.istruzione.it/iscrizionionline/).

“Oggi, sia nel gruppo della mattina che in quello del pomeriggio, ragazzi e famiglie hanno potuto verificare qual è la gestione delle esercitazioni pratiche presso la nostra azienda”, riferisce Monica Regazzetti, vice direttrice della sede di Crema dello Stanga.

A fare gli onori di casa, Marco Samarani, direttore dell’Az. Agr. Gallotta di Sotto, il quale ha specificato come i ragazzi utilizzano il pulmino in dotazione all’Istituto, per raggiungere l’azienda, partendo direttamente da scuola. L’open day si è articolato in una visita guidata, partita con la descrizione dell’aula ubicata nell’edificio a servizio della cascina, dove i ragazzi seguono le lezioni teoriche, che servono a organizzare le attività pratiche. Successivamente i docenti delle discipline agrarie, Ausilia Bianchessi, Giuseppe Guzzetta, Angelo Laurenzana, Monica Regazzetti, Saverio Stranges, hanno descritto i punti di forza del “laboratorio a cielo aperto”, come più volte è stata definita la Gallotta: il vigneto, con la fondamentale fase della potatura della vite, la serra, il frutteto, gli animali di bassa corte. Il percorso di visita si è concluso presso lo stand dove erano esposti i prodotti dell’Agraria,vino, birra, farine, passata di pomodoro, per la cui realizzazione si parte proprio dalle coltivazioni che caratterizzano le attività pratiche.

Non è mancato il riferimento al processo di vinificazione, direttamente presso la cantina didattica presente in Gallotta, ed al laboratorio per la produzione della birra, attivo invece presso la sede di viale Santa Maria: “Periodicamente, all’interno delle normali attività laboratoriali, produciamo tre tipologia di birra, scura, bionda e chocholate, ma abbiamo in mente di provare a sperimentare altre produzioni”, riferisce il prof. Guzzetta. In cantiere, anche forme di collaborazione con l’Istituto Sraffa di Crema, per rendere concreta quella filiera agroalimentare che caratterizza una delle principali specificità di questo territorio.

L’open day di oggi conclude l’intensa attività di orientamento in entrata programmata dalla scuola coordinata dalla direttrice Serena Cracolici, che vede un’offerta formativa articolata sui due percorsi, tecnico e professionale, entrambi di durata quinquennale, arricchita dal nuovo percorso relativo al vivaismo e alla gestione del verde, orientato alla manutenzione del verde pubblico. Appena la situazione pandemica lo consentirà, riprenderanno gli orti didattici nei giardini delle scuole del territorio, fanno sapere dalla scuola, mentre le attività di collaborazione con i comuni sono sempre in corso: dalla piantumazione a Urgnano, al Parco pubblico di via Aldo Moro a Monte Cremasco.

“Siamo soddisfatti dell’interesse che ha suscitato la proposta di questo open day, che per la prima volta facciamo qui in azienda – dice il direttore Samarani – a scuola, come in azienda, c’è tanta collaborazione sia tra i docenti che tra il personale Ata, presente qui oggi con Giuliana Scaccia, Amelia Zignani e Monica Beretta. Ed un ringraziamento particolare va agli alunni di quinta, che oggi hanno confermato la loro passione per questo Istituto, rendendosi disponibili a fare loro stessi da guida ai futuri iscritti nella nostra scuola”.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti