Cronaca
Commenta

Fbc: le regole per l'accesso alle
strutture assistenziali di Crema

Le regole potrebbero cambiare nei prossimi giorni in base all'andamento dei contagi

In ottemperanza alle disposioni introdotte dal Decreto-Legge n.221 del 24 dicembre 2021, l’accesso dei visitatori alle strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie è consentito solo a coloro che avranno effettuato la terza dose di vaccino (dose booster) o a chi documenterà la somministrazione di due dosi di vaccino (o certificazione di avvenuta guarigione) unitamente all’attestazione dell’esito negativo di un tampone rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti l’accesso.

Esclusivamente per i visitatori della RSA di Via Zurla, in assenza dei requisiti sopra descritti saranno comunque garantite le visite attraverso le postazioni munite di interfono.

Il Direttore Sanitario/Referente COVID a sua esclusiva discrezione, per situazioni eccezionali, potrà  disporre modalità più restrittive.

Indipendentemente dallo stato vaccinale del famigliare, l’ingresso in reparto sarà consentito per le situazioni di fine vita (paziente in condizioni agoniche), per un tempo limitato (10/15 minuti), da parte di un solo famigliare munito di adeguati DPO (mascherina FFP2 e sovracamice) e con tampone negativo.

Per le visite nei nuclei della struttura di via Kennedy è possibile fissare un appuntamento telefonico al numero 0373 206 510 oppure per quanto riguarda gli ospiti della RSA di via Zurla e della RSA di via Kennedy contattare l’Assistente Sociale dr.ssa Orsi Milena.

CHE COSA DEVONO COMPILARE I VISITATORI AL MOMENTO DELLA VISITA/INGRESSO

  • La “Scheda triage scheda visitatori”
  • Il “Patto di condivisione del rischio”

Entrambi i moduli possono essere scaricati nella sezione “download – relazioni col pubblico” del sito www.fbconlus.it

All’arrivo in struttura e prima dell’incontro il visitatore deve presentarsi in portineria dove l’addetto provvederà a verificare che indossi correttamente la mascherina (almeno FFP2), da mantenere per tutto il tempo di permanenza (non fornita dalla struttura), a verificare che gli spostamenti dei visitatori (all’ingresso, verso le postazioni stabilite, all’uscita) avvengano lungo il percorso stabilito, a verificare il rispetto delle regole generali di comportamento.

Qualora il visitatore/familiare rifiuti l’adesione alle indicazioni sopra riportate, non potrà avere accesso alla struttura. E’ consentito l’accesso a non più di due visitatori per ospite per visita. E’ sconsigliato l’accesso di minori <6 anni (per i quali non è possibile garantire il rispetto delle misure di prevenzione).

Queste misure di accesso sono valide dallo scorso 30 dicembre. La situazione potrebbe però mutare in base all’andamento dei contagi. La direzione della fondazione Benefattori Cremascchi ha all’attivo delle interlocuzioni con Ats, che potrebbe cambiare i protocolli, anche nel caso in cui l’Ente regionale dovesse emanare nuove regole per gli accessi alle strutture sanitarie assistenziali.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti