Scuole
Commenta

Agraria Crema:
domani torna l’open day

Torna domani l’open day nella sede di Crema dell’Istituto Agrario Stanga di Cremona, terzo appuntamento di questa stagione di orientamento in entrata, per la scuola diretta da Serena Cracolici, che ne ha programmato anche un altro per il mese di gennaio, dove probabilmente ci sarà la possibilità di visitare l’Azienda agricola Gallotta di Sotto, diretta da Marco Samarani.

Domani, dalle 14 alle 17, i ragazzi di terza media accompagnati dalle rispettive famiglie, avranno la possibilità di seguire le presentazioni che per gruppi saranno programmate presso l’aula magna, il laboratorio di biologia con il prof. Saverio Stranges e quello di chimica con il prof. Luca Salvitti. Senza dimenticare il laboratorio di informatica e le presentazioni dei quadri orari e delle attività della Gallotta, raggiungibile comodamente con il supporto del trasporto garantito dal pullman della scuola: qui i ragazzi nelle ultime settimane hanno completato i lavori prima della pausa invernale, con la potatura delle rose vicino al vigneto, l’impianto di un nuovo pescheto e la periodica produzione della birra.

Ad accogliere i visitatori Serena Cracolici, docente di matematica e responsabile della sede di Crema dello Stanga, che ci anticipa le caratteristiche dei due percorsi formativi di 5 anni, attivati nella sede di viale Santa Maria e nella succursale di via Pesadori: il tecnico (gestione ambiente e territorio) e il professionale che quest’anno conclude il vecchio ordinamento e si apre alla nuova declinazione orientata al vivaismo e gestione del verde. Per i diplomati dell’indirizzo tecnico, l’opportunità di proseguire gli studi universitari oltre all’inserimento lavorativo, come accade anche per il percorso professionale. Ma, a cambiare tra i due percorsi, precisa la direttrice è l’approccio alle discipline di indirizzo, presenti dalla classe prima nel professionale, anzichè dalla terza, come avviene per il tecnico.

Significativa la presenza della scuola agraria nel territorio cremasco, ma anche in quello bergamasco: dalle convenzioni nell’ambito delle attività di piantumazione, con i comuni di Monte Cremasco e di Urgnano, ai progetti relativi alla promozione degli orti in classe, che già coinvolge diversi istituti, da Pianengo, ad Ombriano, allo Sraffa e diverse altre scuole che entro la primavera contatteranno la segreteria dello Stanga. In questo mese l’attenzione della scuola si rivolge anche verso la preparazione delle prove per l’acquisizione delle certificazioni linguistiche First e Pet e per le prove Invalsi, con attività di approfondimento pomeridiano proposte agli studenti. Non mancano i progetti riservati agli alunni affiancati dai docenti di sostegno, in particolare presso l’azienda agricola della scuola, vero e proprio laboratorio all’aperto, affinchè tutti gli alunni possano veramente sporcarsi, aggiunge con una battuta il direttore Samarani, perché in un istituto agrario è fondamentale prendere coscienza di ciò che è l’attività in un’azienda agricola, dalle specificità della gestione di una stalla, alle varie coltivazioni in campo.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti