Politica
Commenta

A2A-Lgh, Bonaldi replica
alle bordate di Belotti

Dopo le affermazioni del sindaco di Rovato, Tiziano Belotti, arriva anche la replica del primo cittadino di Crema, Stefania Bonaldi, citata dal collega nella lettera in cui ha spiegato le motivazioni del ritiro delle sue dimissioni per la vicenda A2A-Lgh.

“Mi chiedo con quale credibilità ed autorevolezza parli un sindaco che prima dà le dimissioni, poi le ritira, come se amministrare una comunità fosse giocare a Monopoli, e che confessa candidamente di avere approvato atti che non condivideva” commenta. “Bellotti non ci dice che in quel frangente qualcuno gli puntasse una pistola alla tempia, dunque la sua ammissione è assai grave, perché un sindaco che approva atti sui quali nutre riserve è davvero bene faccia un altro mestiere. E che poi proietti sugli altri la propria propensione ad agire ricevendo ordini di scuderia è infantile e persino comico.

Quanto al merito della vicenda, il collega Galimberti replicherà indirettamente oggi, con una risposta nel suo Consiglio comunale. Io mi limito a ribadire che certamente le istituzioni e gli amministratori chiamati a fornire chiarimenti alla Corte dei Conti hanno documentato o documenteranno per filo e per segno le premesse ed i contorni della operazione di partnership fra Lgh ed A2A, unitamente a tutti gli studi, le consulenze, le due diligence, i pareri legali e pro veritate acquisiti in questi anni, per lo più allegati negli atti, per sostenere l’operazione e la sua correttezza tecnico amministrativa. Circostanza che già da sola prova la serietà e diligenza con cui si è affrontata la questione.

Peraltro in un contesto normativo complesso e che presenta alcuni vuoti, colmati da una giurisprudenza non sempre unanime nel trattare la disciplina delle operazioni straordinarie che coinvolgono società pubbliche come Lgh, specie nei tempi nei quali l’operazione fu costruita, nel 2015/2016.
Che poi la partnership dispieghi vantaggi anche sul piano dei risultati concreti per le nostre comunità è un dato inoppugnabile. In seguito all’accordo tra Lgh e A2A sono stati investite decine di milioni di euro l’anno sul nostro territorio provinciale, risorse che la sola Lgh non sarebbe assolutamente riuscita a mettere in campo.

Spero anche io, come Belotti, seppure con uno spirito molto più sereno e composto, che la magistratura vada a fondo di questa vicenda e, al netto delle speculazioni politiche, giudichi i fatti per come sono, rispetto ai quali sono sicura si dimostreranno la correttezza e la serietà delle scelte assunte”.

© Riproduzione riservata
Commenti