Politica
Commenta

Evento della Lega Giovani:
"Agricoltura e difesa del territorio"

Lunedì 29 Novembre presso il Museo della civiltà contadina di Offanengo si è tenuto un incontro sulla difesa del territorio organizzato dalla Lega Giovani di Crema insieme a Coldiretti Giovani Impresa con ospiti l’On. Claudia Gobbato, l’Assessore Regionale all’Agricoltura Fabio Rolfi e Carlo Recchia delegato per la provincia di Cremona e della Lombardia di Coldiretti Giovani Impresa

“Ringrazio i nostri esponenti politici per essere sempre disponibili ad un confronto e una condivisione di temi centrali per il nostro territorio. Per noi giovani è essenziale conoscere e informarci sulle eccellenze in cui viviamo per avere una completa visione di tutto quello che ci circonda – ha dichiarato Andrea Bergamaschini Coordinatore Provinciale Lega Giovani di Crema -Durante questo incontro abbiamo affrontato diverse tematiche: dalla problematiche del farm to fork e del nutri score, dal ricambio generazionale in agricoltura e fondi per i giovani agricoltori fino ad arrivare alla legge sull’agricoltura urbana e sul vertical farming”

“L’innovazione – ha dichiarato l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi – è la chiave per la sostenibilità ambientale e la sostenibilità economica delle imprese. I giovani possono portare nuove energie, nuove tecnologie, nuove idee a un comparto fondamentale per l’economia lombarda e italiana. Sono 1.280 le aziende agricole giovani che sono nate grazie a un contributo di 35 milioni della Regione Lombardia in questi cinque anni. Con il Piano Lombardia abbiamo anche investito 5 milioni per ammodernare le attrezzature degli istituti tecnici agrari“

“È stato molto utile incontrare i giovani della lega di crema e i cittadini del territorio, uno stimolo a far sempre meglio nella valorizzazione dei nostri prodotti agricoli tradizionali e innovativi ma soprattutto nel rappresentare i tanti giovani che hanno deciso di far dell’agricoltura la propria vita per loro va tracciata una linea di futuro retta e creare le condizioni affinché i giovani possano affrontare il cambio generazionale con serenità per la generazioni che entra e quella che lascia. Per noi oggi è anche cruciale la petizione del fotovoltaico per evitare che si sprechiamo terreni agricoli e tanto denaro pubblico.” Ha dichiarato Carlo Recchia delegato Regionale di Coldiretti Giovani Impresa

© Riproduzione riservata
Commenti