Eventi
Commenta

Dal 23 novembre torna a Crema
il festival Altrestorie

Da domani, 23 novembre, torna in città il festival Altrestorie, organizzato dalla cooperativa sociale Equilibri insieme alla casa editrice inclusiva Uovo Nero.

E’ la settima edizione per il festival delle passioni civili e dei sentimenti sociali, come è sempre stato definito. Una festa dei libri e delle storie; dei bambini e delle scuole. Eros Miari, ideatore ed organizzatore di Altrestorie ha presentato questa edizione con particolare orgoglio, “dopo lo stop dovuto alla pandemia, che ci ha costretti a sospendere il format nel 2020”.

Ora si torna in classe, e “questa è la prima grande novità”. I bambini e i ragazzi delle scuole di Crema, Castelleone, Offanengo, Pianengo e Rivolta d’Adda incontreranno gli autori di libri che non sono solo storie, ma racconti che permettono di riflettere su temi, anche difficili, di attualità.”E’ un modo per raccontare il mondo – ha proseguito Miari – com’è e come vorremmo che fosse”. Insieme a lui, ancora una volta Alessandra Baschieri di Uovo Nero.

Gli studenti saranno coinvolti una classe per volta, a differenza degli anni scorsi, o tutt’al più in classi gemelle. Ciò significa che nello stesso istituto l’autore sarà in una classe e contemporaneamente collegato in video con “la gemella” e la postazione si invertirà a metà dell’incontro. Questo “per permettere a tutti i ragazzi di incontrare di persona chi sta loro spiegando. Ci piace la tecnologia, ma che sia “amica””.

Altrestorie ha pensato anche agli adulti, che potranno partecipare a tre appuntamenti (tutti alle 18):

  • il 23 novembre alla libreria La Storia, si parlerà della guerra del Kosovo, con Mario Boccia e Sonia Maria Luce Possentini, autori di “La fioraia di Sarajevo”
  • mercoledì 24 appuntamento alla Mondadori con Daniele Zovi, ex guardia forestale ora in pensione, che toccherà i temi dell’ambiente e della natura
  • giovedì 25 novembre, in sala Alessandrini, arriva ad Altrestorie Enaiatollah Akbari con Fabio Geda, autore de “Nel mare ci sono i coccodrilli”, per raccontare l’Afghanistan.

Il festival è sponsorizzato da Banca Cremasca, Farmacie Comunali e Sodexo.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti